Comuni

Orta di Atella, “Difendiamo le donne: prospettive concrete”: incontro-dibattito sul femminicidio

Orta di Atella, 22 Novembre – Un incontro dibattito sul tema del femminicidio nell’ambito delle manifestazioni organizzate in occasione della giornata contro la violenza sulle donne, previsto per domani mercoledì 23 novembre alle 17.30 nell’aula consiliare del Comune di Orta di Atella.

Difendiamo le donne: prospettive concrete” l’incontro organizzato dall’assessorato alle politiche sociali del Comune di Orta di Atella con le testimonianze di Maria Teresa Giglio, mamma di Tiziana Cantone, vittima di revenge porn, di Vincenzo Alfieri, papà di Rosa,uccisa dal suo vicino a Grumo Nevano a febbraio scorso e di Florencia Belen Bianco, figlia di vittima di violenza e fondatrice dell’associazione “Noi, Orfani Speciali”.

Dopo i saluti del Sindaco, Vincenzo Gaudino, e dell’assessore alle politiche sociali Eugenia Oliva, ci saranno gli interventi di Enrico Tedesco, segretario generale della Fondazione P.O.L.I.S, e di Cristina Arcidiacono, ordinaria di psicologia presso la Federico II. Quindi le tesimonianze e le conclusioni affidate al presidente del Consiglio regionale, Gennaro Oliviero, e della consigliera delegata alle pari opportunità Loredana Raia.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.

Lascia un commento