Comuni

Napoli, si è conclusa l’11ª edizione del concorso sulla sicurezza nei luoghi di lavoro organizzato dall’Istituto Tecnico “G. Ferraris”

SCUOLA, AL “FERMI” DI BASSANO DEL GRAPPA IL 1° PREMIO DI RI-VALUTARE LA SICUREZZA

Napoli, 18 Giugno – E’ stato il team di studenti dell’Istituto “Fermi” di Bassano del Grappa ad aggiudicarsi, per qualità del video e contenuto tecnico, l’undicesima edizione di “Ri.Valutare la sicurezza” il concorso nazionale ideato e promosso dall’istituto tecnico Galileo Ferraris di Napoli, quest’anno sul tema degli eventi sismici, per rilanciare, soprattutto nei giovani, la cultura della sicurezza nel mondo del lavoro e sviluppare l’educazione e il rispetto delle regole.

Il “corto” degli alunni veneti simula un evento sismico che colpisce la loro scuola con feriti e principio di incendio chiudendo, anche osservando il comportamento degli studenti durante le prove di evacuazione della scuola, con una significativa riflessione sulla opportunità di apportare alcuni importanti correttivi alle procedure di emergenza.

Tra gli obiettivi dell’ormai tradizionale iniziativa, anche la valorizzazione della creatività, delle capacità espressive e delle competenze comunicative nel lavoro di gruppo degli studenti e il rafforzamento dell’integrazione Scuola-Impresa-Territorio-Istituzioni.

Il Concorso, aperto a tutte le scuole secondarie di I e II grado d’Italia, è stato organizzato in collaborazione con la A.I.P.&.P. (Associazione Italiana Prevenzione e Protezione) in partenariato con Enti, Aziende, Organizzazioni, Associazioni impegnate e attive sui temi della sicurezza, contando su numerosi riconoscimenti di patrocinio morale.

Tra i partner di questa nella 11ª edizione, il MIUR – Ufficio Scolastico Regionale Campania, l’Ispettorato del Lavoro dell’Area Metropolitana di Napoli, l’Unione Industriali di Napoli, la Federazione Nazionale Cavalieri del Lavoro Gruppo Mezzogiorno, il SiRVeSS –Sistema di riferimento Veneto per la Sicurezza nelle Scuole, la Federazione Maestri del Lavoro d’Italia Regione Campania, la T.S.M. Automotive Group, l’ADECCO, l’ACEN, l’ente di formazione Formedil Napoli, l’Associazione Nazionale Seniores Enel, la Federmanager Napoli, il Lions Club Acerra e l’Asse 4.

L’evento finale svoltosi nell’Auditorium “G. Esposito” dell’Istituto Tecnico napoletano ha visto salire sul podio delle scuole esterne al Ferraris, l’IIS “ Piria” di Rosarno (RC) e l’IIS “8 Marzo-Lorenz” di Mirano (VE). Premio in denaro al primo classificato, targhe per il secondo e terzo classificato di entrambe le sezioni, esterna e interna all’istituto, numerosi i premi per studenti e tutor distintisi in tutte le categorie.

I lavori sono stati condotti e moderati dal presidente onorario della A.I.P.&.P, Maestro del lavoro Mario Rosario Corrente. “Rilanciamo un tema da sempre caro al nostro istituto – sottolinea Saverio Petitti, dirigente scolastico del Ferraris – e, devo dire, nonostante gli impegni scolastici del Pnrr ed il fatto che purtroppo non si siano iscritte scuole dell’area Flegrea, la partecipazione è stata comunque significativa. Quello della sicurezza, come ha ribadito recentemente anche il Capo dello Stato, Sergio Mattarella, nonostante le numerose prescrizioni normative in materia, resta purtroppo ancora oggi un problema irrisolto del nostro Paese. Come comunità scolastica da sempre impegnata su questo fronte, ci siamo e continueremo ad esserci”.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.