Comuni

Napoli, rischio emergenza personale all’Ospedale del Mare

Verdi: “Siamo molto preoccupati. Abbiamo presentato un’interrogazione per sapere come verranno rimpiazzati i precari”

 

Napoli, 18 Aprile – “La denuncia dei sindacati circa il rischio di un’emergenza legata alla carenza di personale all’Ospedale del Mare ci preoccupa molto. Il mancato rinnovo degli infermieri e Oss “avvisisti”, cioè contrattualizzati e selezionati tramite avviso pubblico, alla luce dei lavoratori che andranno in pensione con “Quota 100″, potrebbe determinare dei gravi disservizi, tenendo conto che servirà del tempo per formare e integrare il personale che subentrerà in servizio”.

Lo afferma il consigliere regionale dei Verdi e membro della commissione Sanità Francesco Emilio Borrelli. “Sul punto abbiamo presentato un’interrogazione alla Giunta in modo da essere edotti circa le strategie che l’Asl Napoli Centro intende adottare per arginare il rischio di un’emergenza all’Ospedale del Mare causata dalla carenza di personale. Tra i nostri timori c’è la possibilità che si possa ricorrere alle forniture di lavoratori interinali, peraltro espressamente vietate a partire dal 31 dicembre 2018. Sono serviti anni per stroncare questa macchina clientelare che ha causato sprofondi economici e ci aspettiamo che non si torni a commettere gli errori del passato”


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa