Comuni

Napoli, Palazzo Reale: continua la vergogna del parcheggio nei cortili

loading...

Borrelli e Simioli: “Assurdità, immaginate i cortili di Versailles con le automobili. Eppure si presenta così da anni. Assenza di risposte fattive da Soprintendenza e Polo Museale della Campania, nel frattempo il fenomeno aumenta”

Napoli, 30 Settembre – “Continuano a pervenirci segnalazioni circa l’assurdo fenomeno del parcheggio nei cortili di Palazzo Reale. Un modo di fare che si verifica solo da queste parti e non ha corrispondenze nel mondo. Immaginate i cortili di Versailles o di un altro palazzo Reale adibiti a parcheggio. Sono anni che denunciamo questo modo di fare inaccettabile e, nonostante le note che abbiamo inoltrato, non abbiamo mai ricevuto una risposta fattiva da Soprintendenza, che tra l’altro ha gli uffici proprio all’interno del complesso, e Polo Museale della Campania. Evidentemente dobbiamo pensare che ai vertici dei due soggetti stia bene che il Palazzo Rele di Napoli sia ridotto in questo modo”.

Lo affermano il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e il conduttore de “La Radiazza” su Radio Marte Gianni Simioli. “Tra l’altro – prosegue Borrelli – ci preme sottolineare che, dinanzi al lassismo di chi dovrebbe impedire questo scempio, il fenomeno è addirittura aumentato nell’ultimo periodo. Oramai i cortili sono quasi tutti occupati dalle automobili. Una scena avvilente e assolutamente inaccettabile”.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.