Comuni

Napoli, Ormeggi abusivi sul Lungomare, Verdi: “Un’assurdità che si compie davanti agli occhi di tutti, subito verifica delle autorizzazioni”

Napoli, 17 Luglio – “Abbiamo inviato segnalato alla Capitaneria di Porto l’attività di un ormeggio che opera proprio a ridosso della scogliera, a pochi metri di distanza dal Consolato americano. Decine e decine di barche ‘parcheggiate’ in modo disordinato con alcuni presunti addetti che, camminando sugli scogli in spregio a qualunque elementare norma di sicurezza, si adoperano per accompagnare i ‘clienti’ dal baracchino improvvisato sotto un ombrellone alle barche stesse. Una scena da terzo mondo proprio nel cuore del lungomare più bello del mondo. Abbiamo chiesto che venga immediatamente appurato se questi soggetti abbiano ottenuto l’autorizzazione per svolgere questa attività in questa maniera irresponsabile, pericolosa e raffazzonata, cosa che a nostro parere avrebbe dell’incredibile”.

Lo ha dichiarato il consigliere regionale dei Verdi, Francesco Emilio Borrelli con la consigliera alla I Municipalità Benedetta Sciannimanica. “Non sono contrario alle attività che valorizzino la risorsa mare – prosegue il consigliere dei Verdi – ma a patto che siano svolte nella piena legalità, nel rispetto delle norme di sicurezza e del decoro cittadino. Questo non mi sembra avvenga sul nostro lungomare”.


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa