Comuni

Napoli, il maltempo ferma anche la DAD: scoppia la protesta dei genitori

loading...

Napoli, 3 Dicembre – A Napoli il maltempo ferma la scuola e anche la didattica a distanza. Infatti nelle giornate del 2 e del 3 dicembre, a causa della diramazione dell’allerta meteo, tutte le attività scolastiche, incluse quelle a distanza, sono state sospese tramite un’ordinanza del Sindaco di Napoli.

La condizione sempre più precaria della scuola, soprattutto a causa dell’emergenza covid, preoccupa sempre di più i genitori. Un gruppo di genitori degli alunni dell’istituto Madonna Assunta di Bagnoli come anche di altre scuole si sono rivolti a Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli : ” A causa dell’allerta meteo le scuole sono state chiuse, infatti per la scuola dell’ infanzia  e per la prime elementari è prevista la didattica in presenza ma non riusciamo a capire la sospensione della DAD  visto che alunni ed insegnanti si collegano dalle proprie abitazioni. 

Noi genitori riteniamo che tale decisione, incomprensibile considerato anche il periodo di emergenza che viviamo e le difficoltà degli studenti, leda il sacrosanto diritto allo studio e che, inoltre, rappresenti una interruzione di servizio pubblico ingiustificata.

Abbiamo inviato inlettera alla dirigente scolastica per avere chiarimenti, ma fino ad adesso nessuno ci ha degnati di una risposta.”.

“La didattica a distanza non solo in quella scuola è stata sospesa per una nota diffusa dai sindacati che specificando che la DAD dovrebbe essere attivata soltanto per l’emergenza epidemiologica e non per le quelle relative alle condizioni meteo. Alcune scuole hanno seguito questa direttiva mentre altre no. Siamo assolutamente in disaccordo con il ragionamento dei sindacati, che forse non vogliono creare un precedente e vogliono favorire la posizione di chi non vuole lavorare ed utilizza le allerte meteo come scusante. La DAD è una risorsa che dobbiamo valorizzare e tenerci stretto anche quando sarà cessata l’emergenza covid. I cambiamenti climatici sono una realtà e gli eventi atmosferici estremi saranno sempre più frequenti e quindi, dato che nel nostro territorio ancora non siamo strutturalmente preparati per far fronte alle emergenze meteo, sarebbe giusto e doveroso utilizzare la didattica da remoto anche nelle giornate di maltempo. La didattica a distanza è una svolta nel sistema scolastico, ha permesso ai nostri figli di imparare ad usare gli strumenti informatici in maniera diversa e non solo per scopi ludici, questo è un passo importante, gli stessi insegnanti hanno studiato e si sono preparati tanto per   immergersi in questa nuova realtà e stanno ottenendo grandi risultati.

Bisogna proseguire con la DAD per tutto il periodo dell’emergenza ed anche in futuro. Scuole aperte il 9 dicembre? Riteniamo che non sia il caso anche perché poi ci sarebbe l’interruzione per le feste natalizie, più saggio ripartire dopo l’epifania. “- spiega Benedetta Sciannimanica, mamma e consigliere di Europa Verde della Municipalità I.

 “La situazione didattica sta vivendo momenti difficili ma non è giusto che soprattutto i più giovani debbano, a causa dell’emergenza sanitaria, anche essere ‘vittime’ di und deficit scolastico che potrà avere ripercussioni sul loro futuro.  Crediamo che sia inaccettabile la nota diffusa dai sindacati, così si strumentalizza l’allerta meteo per favorire l’assenza dal lavoro.

Le scuole hanno investito molte risorse per acquisire piattaforme digitali e mettere in condizione i bambini e gli insegnanti di avere i dispositivi necessari e di utilizzare dei metodi efficaci perché la didattica a distanza funzioni, non concepire questo strumento di lavoro come una risorsa vuol dire anche sperperare il danaro pubblico investito.

Abbiamo inviato all’Ufficio Scolastico Regionale e al Ministero dell’Istruzione per far rivalutare la posizione della DAD, che dovrebbe essere utilizzata per ogni tipo di emergenza. In un’era tecnologica è assurdo accantonare uno strumento che consente ai giovani di studiare e di imparare anche a distanza.”– sono le parole del Consigliere Borrelli.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.