Comuni

Napoli, il cimitero di Poggioreale diventato una discarica: cittadini impossibilitati anche a raggiungere le cappelle di famiglia

loading...

Napoli, 15 Febbraio – Ancora enorme degrado registrato all’interno del cimitero di Poggioreale di Napoli. Come segnalato da dei cittadini al Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli, sono ancora disastrose le condizioni nel cimitero, divenuto ormai una sorta di discarica in alcuni punti.

“Vorrei segnalare una situazione di degrado riscontrata a cimitero di Poggioreale. Li c’è la cappella di famiglia ma non riesco a raggiungere nemmeno la fontana per cambiare l’acqua ai fiori per colpa di questa discarica.”- scrive  una cittadina.

“Nonostante le tante segnalazioni fatte, nonostante le nostre innumerevoli denunce, la situazione continua a non cambiare.

Dopo aver ricevuto la segnalazione l’abbiamo inoltrata alla direzione de cimitero che ci ha comunicato che l’area in questione è quella del il grande Ipogeo e che i rifiuti devono essere rimossi da Asia, che ha preparato un apposito preventivo e quindi gli incaricati del comune del Servizio tecnico Cimiteri sono in procinto di chiedere al bilancio somme necessarie da impegnare nell’operazione. “- ha dichiarato il Consigliere Borrelli.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.