Comuni

Napoli, i Nas al Loreto Mare per controllare il servizio pasti

 Borrelli: “lamentele dei pazienti e illecito arricchimento oggetto di massimi controlli”

 

Napoli, 24 Gennaio – E’ stata effettuata un’ispezione dei NAS presso il presidio ospedaliero Loreto Mare per controllare la regolarità della distribuzione dei pasti ai pazienti. Già il primo giorno del nuovo servizio di ristorazione al Cardarelli e all’Asl Napoli1, il primo dicembre scorso, ci furono subito le prime lamentele sui social. Secondo alcuni, i pasti infatti, sin dal primo giorno, non erano stati consegnati ai pazienti come prevede il capitolato d’appalto. In particolare l’attenzione fu focalizzata sui materiali che non sono biodegradabili e per la scarsa qualità del cibo.

“La situazione della ditta che ha vinto la gara d’appalto al Cardarelli e Asl Napoli 1 è fuori controllo. Non solo aumentano le lamentele ma sta violando gran parte del capitolato d’appalto non fornendo cibi su prenotazione e peggio ancora continua a servire i pasti con la plastica invece che con il biodegradabile. In questo modo abbiamo calcolato che nei primi due mesi di attività si procurato circa un milione di euro di illecito arricchimento” dichiara il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e membro della commissione sanità.


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa