Comuni

Napoli, discarica a cielo aperto a Fuorigrotta

Dossier dei Verdi sulle discariche abusive in aggiornamento costante. Borrelli: “per contrastare il problema dei rifiuti serve denunciare chiunque inquini le nostre strade ed un nuovo sito di stoccaggio.”

Napoli, 17 Febbraio – L’ennesima discarica a cielo parto viene segnalata in città. Nel quartiere Fuorigrotta, all’incrocio tra via Luigi Mercantini e via Gabriele Rossetti, viene segnalato un grosso deposito abusivo di rifiuti al Consigliere Regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli.

“Aggiorniamo costantemente il nostro dossier sulle discariche abusive del territorio campano. È un lavoro enorme dato il gran numero di incivili e criminali che, approfittando dell’emergenze rifiuti, continua a scaricare immondizia e materiali in modo illegale e pericoloso, per il territorio e per la cittadinanza. A Fuorigrotta abbiamo scoperto questa discarica dove ci sono materassi, carcasse di motoveicoli, pneumatici e suppellettili vari. È un’indecenza.”- parla così il Consigliere Borrelli “- Dobbiamo contrastare questo fenomeno controllando il territorio, installando videocamere di sorveglianza e denunciando chiunque inquini le nostre strade. Inoltre serve un nuovo sito di stoccaggio per poter combattere l’emergenza rifiuti che viviamo costantemente. “


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa