Comuni

Napoli, Chiesti 20 anni di reclusione per i fratelli Del Re: i sicari che causarono il ferimento della piccola Noemi durante l’agguato di camorra a Piazza Nazionale

Napoli, 9 Giugno – Per i fratelli Armando e Antonio Del Re, gli autori della sparatoria che causarono il ferimento ella piccola Noemi e di sua nonna a Piazza Nazionale, il 3 maggio 2019, durante un agguato di camorra, il Pm ha richiesto vent’anni di reclusione.

“E’ una richiesta di condanna giusta, forse neanche troppo severa visto che i due fratelli non sembrano neanche pentiti del proprio gesto che ha messo in pericolo di vita una bambina. I due durante la fase di lockdown usavano i cellulari distribuiti dal Dap, per poter permettere ai detenuti di poter comunicare con i propri familiari, per realizzare video da condividere su Tik Tok. Parliamo ovviamente di persone spregevoli che fanno parte di una categoria che va cancellata, quella dei camorristi.

Non dovrà mai più accadere che via sia ancora una vittima innocente della camorra, non deve essere tollerabile neanche più un graffio ad un cittadino e ancora di più ad un bambino causato dalle azioni criminali dei camorristi, la camorra va cancellata dalla nostra terra. Per i boss, gli affiliati, i camorristi ed i killer chiediamo pene severissime, gente simile deve passare le vita in galera dietro le sbarre senza privilegi e premi. Lo Stato deve garantire la tutela dei cittadini onesti e premiare chi combatte e denuncia la criminalità e non concedere nulla ai camorristi.” –sono state le parole del Consigliere Regionale dei verdi Francesco Emilio Borrelli.


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa