Comuni

Napoli, camorristi percepivano reddito di cittadinanza: Gdf sequestra 190 mila euro

loading...

Napoli, 26 Maggio – Hanno percepito per due anni, dall’aprile 2019 allo stesso mese del 2021, il reddito di cittadinanza non avendone diritto per essere stati condannati per associazione camorristica. È ciò che ha accertato la Guardia di Finanza di Napoli che ha sequestrato 190mila euro, e le carte prepagate con le quali potevano usufruire del beneficio, a 14 persone residenti nell’area a Nord di Napoli.

I finanzieri hanno eseguito altrettante perquisizioni domiciliari tra Marano di Napoli, Caivano, Sant’Antimo, Giugliano in Campania, Casandrino, Afragola e Villaricca.

“Otre al sequestro delle cifre già percepite bisogna prevedere punizioni esemplari per questa gente che vive al di fuori delle leggi dello Stato ma che poi pretende di essere mantenuta da esso, togliendo di fatto dei benefici a persone che ne avrebbero bisogno davvero.  Ai camorristi, che nonostante siano ricchi dimostrano sempre di essere ingordi, bisogna togliere ogni bene accumulato con attività illecite, con la violenza e con i soprusi e non certo concederne altri.” -ha commentato il Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.