Comuni

Mani dei clan sui ristoranti romani, coinvolto anche il clan Moccia

loading...

Napoli, 29 Settembre – “Tredici persone sono state arrestate in un’indagine che coinvolge Roma e Napoli. Un’inchiesta che sta mostrando gli interessi della camorra su ristoranti della Capitale. Estorsione, intestazione fittizia di beni, aggravati dal metodo mafioso e dall’esercizio abusivo del credito, sono quindi i reati imputati. Fra gli inquisiti anche Angelo e Luigi Moccia, considerati i capi dell’omonimo clan. Questa gente non si smentisce mai, cercano anche di ripulirsi ma restano sempre gli stessi.

Ricordo bene  che nel settembre del 2017 Bruno Moccia, figlio di Anna Mazza, la vedova nera del clan, mi insultò e minacciò sula mia pagina Facebook perché mi ero opposto al funerale pubblico in chiesa della donna. Sarò sempre schierato in modo fiero contro i clan che vanno debellati privandoli di ogni bene e con le pene le più severe possibili”. Lo ha detto Francesco Emilio Borrelli, consigliere regionale di Europa Verde.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.