Attualita'

Incendio a Sarno, l’emergenza coronavirus amplificata dai roghi tossici: in campo il M5S al fianco dei cittadini per la tutela della salute pubblica

Il consigliere regionale Michele Cammarano: “Stop al disastro ambientale. Subito misure straordinarie per salvare il territorio”

Napoli, 12 Marzo – Ennesimo incendio questa notte a Sarno, in provincia di Salerno, nella zona industriale di via Ingegno. Le fiamme sono divampate nel deposito di rifiuti di un’azienda che tratta i rifiuti. A ciò si aggiunge la richiesta disperata dei cittadini, bloccati in casa dall’emergenza coronavirus, ed oggi costretti a barricarsi un casa a causa dei fumi e dei miasmi del rogo che si è sviluppato.  

«Questa mattina sono arrivata tempestivamente sul posto per verificare l’accaduto e valutare le azioni da intraprendere. Ho subito avvertito il Ministro dell’Ambiente, Sergio Costa e mi sono messa in contatto con il Sindaco di Sarno, Giuseppe Canfora, con i vigili del fuoco del Comando provinciale e i carabinieri del Noe di Salerno affinché in queste ore si proceda ad un’azione di monitoraggio dell’aria e di controllo di tutto lo stabilimento»: a dirlo è la Deputata del Movimento 5 stelle Virginia Villani, che aggiunge: «Non solo i miasmi, già più volte segnalati, ma ora anche l’incendio che potrebbe aver messo in pericolo ulteriormente la salute delle persone del posto. E questa mattina ho presentato una nuova specifica richiesta di accesso agli atti relativa all’impianto».

«Abbiamo chiesto al Sindaco di Sarno, che era presente con noi, Giuseppe Canfora, di attivare tutte le procedure a tutela della salute dei cittadini. L’Arpac ha già installato alcune centraline per tenere sotto controllo la qualità dell’aria»: annuncia la Senatrice del Movimento 5 Stelle Luisa Angrisani. «Nella conferenza dei servizi, che il Sindaco Canfora ci ha preannunciato sarà richiesta, chiederemo agli enti competenti una necessaria diminuzione della quantità di rifiuti stoccabili e lavorabili: oltre ad essere una misura di sicurezza, porterebbe sicuramente anche ad una diminuzione delle emissioni odorigene moleste che da tempo attanagliano la zona. Misure che ci auguriamo siano adottate per tutte le ditte autorizzate a smaltire rifiuti a Sarno».

«Bisogna porre un freno a tutto questo, mettendo in campo norme e provvedimenti straordinari – denuncia il Consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Michele Cammarano –  Impianti come quello andato a fuoco questa notte, disperdendo nell’aria una concentrazione chissà quando elevata di diossina e di polveri sottili, comportando la chiusura di scuole e negozi e costringendo i residenti di interi quartieri a vivere i prossimi giorni tappati in casa, non possono più coesistere a ridosso di centri abitati. Un danno perpetuo alla salute e all’economia di un intero territorio che dobbiamo arginare e contenere. Chiederemo personalmente attente indagini per accertare tutte le responsabilità di quanto accaduto».



Scisciano Notizie crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, Scisciano Notizie correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online e Scisciano Notizie ritiene che l'accuratezza sia ugualmente essenziale; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected]

Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa