Attualita'

FIREWORKS ARE WELCOME: breve riflessione sui fuochi artificiali

loading...

Napoli, 31 Dicembre – L’anno corrente è prossimo a concludersi: questa è la chiara dimostrazione che la massima Latina “tempus fugit” è senz’altro veridica. Nella nostra Regione – ma anche nel resto del Mezzogiorno, specialmente in Sicilia ed in Puglia – si è soliti celebrare l’avvento del nuovo anno mediante l’esplosione di fuochi artificiali di ogni genere: dagli esplosivi di lancio (ad esempio i razzi) a quelli c.d. “fulminanti” (tali da intendersi i fuochi che producono scoppi repentini e/o violenti, a prescindere dalla presenza effettiva di un lampo), dai fuochi da terra a quelli “di spaccata”.

In tale ultima categoria rientrano le “fontane” di fuoco e, soprattutto, quelle che ognuno di noi conosce sotto il nome di “batterie”, le quali, una volta raggiunta una certa carica di lancio, producono nell’atmosfera effetti luminosi mozzafiato, suscitando lo stupore di chi li osserva.

Tuttavia, va osservato che (ohi noi!) diversi soggetti, in preda alla ferma convinzione di essere fochisti provetti, si danno ai giuochi pirici con eccessiva nonchalance, ponendo nel dimenticatoio l’incolumità propria e degli altri consociati.

Condotte del genere si rivelano sovente foriere di spiacevoli incidenti, a séguito dei quali taluno riporta lesioni permanenti o difficilmente guaribili, o – in ossequio a quanto oggigiorno si tramanda – della morte improvvisa di animali, od infine di ingenti danni al patrimonio ambientale.

Il timore che tali effetti possano avere nuovamente luogo hanno spinto alcuni Sindaci della Campania ad emettere ordinanze-lampo, con le quali è stato inibito ogni festeggiamento a suon di “botti” (termine a mio avviso improprio, atteso che non tutti i fuochi artificiali sono particolarmente rumorosi).

In queste poche righe, cari Lettori, intendo esternare la mia posizione, sia con riguardo alla tradizione, sia per quel che attiene alle decisioni assunte dai Primi Cittadini dell’Ager Noster, facendo luce sulle effettive potenzialità nocive dei giuochi pirici.

Orbene, Vi sia chiaro che non tutti i fuochi artificiali sono da ritenersi, ex se, pericolosi (tanto per l’uomo quanto per le specie animali): alludo, in primis, alle scatole pirotecniche, il cui scopo è essenzialmente quello di “colorare” il cielo senza produrre quantità eccessive di rumore, e a quei petardi noti come “mini-cicciolo”, “magnum”, et cetera, i quali, se sparati con la debita attenzione e lontano dai centri abitati, potrebbero rivelarsi finanche motivo di sollazzo.

Con ciò si può legittimamente concludere che quei Sindaci che han proibito i giuochi pirici hanno completamente omesso d’esaminare in concreto le esigenze della collettività, ivi compresa quella di festeggiare l’arrivo del nuovo anno.

Per ovviare ai potenziali disastri cui la pratica di giuochi pirici conduce si dovrebbe procedere, invece, non ad un’inibizione totale degli stessi, bensì all’attuazione di una politica limitativa, disponendo, ex multis, che in una certa fascia oraria (e/o in determinati luoghi) non ne si può fare uso.
Ciò non solo a ridosso del Capodanno, ma anche nel quotidiano (ad esempio, nei Campi Flegrei v’è l’abitudine di far baccano a conclusione dei banchetti nuziali, sparando fuochi nel cuore della notte).

Egregi Sindaci, sappiate che, prima di emanare ordinanze attinenti a temi di particolare delicatezza, bisogna contemperare i bisogni delle varie categorie di Cittadini: ogni decisione, laddove sia assunta in fretta ed in modo del tutto negligente, rischia di compromettere notevolmente la libertà individuale. I fuochi d’artificio sono ben accetti, purché lì si spari con parsimonia, senza creare nocumento al Prossimo.

Adriano Spagnuolo Vigorita 

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.