Comuni

Coronavirus, Pisani (noiconsumatori.it):”Stop protesti assegni post-datati, serve sanatoria, a rischio artigiani e commercianti sud”

Napoli, 24 Marzo – “Il presidente della Regione Sicilia ha ragione: serve subito un emendamento al decreto Cura Italia per sospendere, almeno fino a fine anno, tutti i provvedimenti di protesto per eventuali assegni scoperti, soprattutto a carico di commercianti o artigiani”. Lo afferma il presidente di noiconsumatori.it, Angelo Pisani, per il quale “Musumeci sa bene che la pratica degli assegni post-datati non è consentita ma sa anche che è diffusissima in tutto il Paese, soprattutto al Sud, e che se un commerciante o un artigiano non può uscire di casa e non  può lavorare, non potrà neppure  recarsi in banca a coprire eventuali assegni anticipati ai fornitori a garanzia di un pagamento che avrebbe onorato con proprio lavoro”.

 “A Napoli,  – avverte Pisani – ci sono intere realtà commerciali o artigiane come quelle di Scampia o piazza Mercato, che qualora non si procedesse ad una ‘sanatoria’ temporanea rischierebbero di crollare definitivamente”. “Di più  – conclude Pisani – un blocco di questo tipo sulla filiera dei pagamenti delle partite Iva interromperebbe definitivamente quella catena distributiva, a partire da quella alimentare, grazie alla quale e in qualche modo riusciamo a sopravvivere in piena emergenza”.


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa