Comuni

Cinturata l’area del campo rom di Giugliano, trovati arnesi da scasso e rifiuti speciali

loading...

Verdi: “Soddisfatti dell’operazione, occorre spezzare il legame tra questi soggetti e chi li paga per bruciare e disperdere rifiuti. Serve una repressione dura del fenomeno”

 

Giugliano, 17 Ottobre – “Siamo molto soddisfatti dell’operazione condotta dalla polizia di Stato e dalla polizia municipale di Giugliano. Le forze dell’ordine hanno cinturato il campo rom, rinvenendo attrezzi da scasso e rifiuti speciali. Su questo secondo elemento occorre una repressione dura del fenomeno. Occorre spezzare il legale tra questi soggetti e chi li paga per bruciare e disperdere rifiuti sul territorio. Oramai alcuni gruppi di nomadi sono diventare l’alternativa a buon mercato per lo smaltimento di rifiuti speciali, permettendo a disonesti di disfarsi di elementi che andrebbero conferiti secondo la legge”.

Lo affermano il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e il consigliere comunale del Sole che Ride di Giugliano Giuseppe D’Alterio. “Occorre proseguire lungo questo solco – aggiungono Borrelli e D’Alterio. Non deve esserci alcuna agibilità per chi inquina e avvelena i nostri territori. Operazioni come questa, oltre che a riaffermare la legalità, servono a restituire la percezione che lo Stato è determinato a fare la propria parte nella lotta a tali fenomeni”.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.