Comuni

Castel Volturno, via all’abbattimento delle villette abusive sulla spiaggia di Bagnara

Castel Volturno, 2 Maggio – “Da anni denunciamo lo scempio dei ruderi delle villette abusive realizzate sulla spiaggia di Bagnara a Castel Volturno. Non possiamo che essere felici degli abbattimenti e ci congratuliamo con il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca. Per troppo tempo quelle villette hanno rappresentato un simbolo di degrado e incuria. Costruzioni realizzate su area demaniale in maniera del tutto abusiva e poi condonate, testimonianza del malaffare che, per oltre trent’anni, ha violentato il litorale domizio”.

Lo affermano il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e la segretaria provinciale del Sole che Ride di Caserta Rita Martone. “Gli abbattimenti di Bagnara devono rappresentare un nuovo inizio per l’intero comprensorio. Il litorale può rappresentare un volano di sviluppo turistico per tutta la Regione. Occorre però un cambio di marcia da parte di tutti gli attori in campo, politica e istituzioni. Occorre ragionare con serietà e costanza sullo sviluppo dell’area, partendo in primis dall’eliminazione di tutti i fenomeni di abusivismo e illegalità che investono la striscia di costa. Stiamo parlando di un luogo che, sul piano paesaggistico, non ha niente da invidiare alle riviere che vivono di turismo”.


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa