Politica

Campania, Villa Mercede. Saiello (M5S):”Strategia De Luca ha creato nuovo lazzaretto”

loading...

Il consigliere regionale: “Si ripete il caso Pozzuoli, no ai test rapidi a chi accede in ospedali o case di cura”

 

Napoli, 23 Aprile – “La diffusione del contagio tra operatori e pazienti a Villa Mercede è la riprova di quanto si sia rivelata disastrosa la scelta di De Luca di estendere i test rapidi per gli accessi negli ospedali e nelle rsa. Nella casa di cura di Serrara Fontana si è ripetuta la stessa scandalosa vicenda dell’ospedale di Pozzuoli. In entrambi i casi decine tra operatori sanitari e pazienti sono stati contagiati dalla presenza di degenti negativi al test sierologico, per poi risultare positivi all’esame del tampone quando però il contagio era oramai diffuso. Se questo genere di esami può andar bene per rappresentanti di pubblica sicurezza e lavoratori a contatto ogni giorno con decine di clienti, non può certo esserlo per chi accede in strutture ospedaliere o di assistenza”. Così il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle Gennaro Saiello.

“E’ dimostrato, infatti, che i test rapidi hanno una probabilità del 30% di produrre falsi esiti, una percentuale troppo alta per correre il rischio di far entrare un potenziale contagiato in un ospedale, da dove il virus rischia di diffondersi in intere comunità, o in strutture per anziani e malati, mettendo in gravissimo pericolo la vita di tutte le persone ospitate”.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.