Cronaca

Campania, Vaccini: docente risulta vaccinata senza averne ricevuto l’inoculazione

loading...

Napoli, 2 Aprile – I vaccini sono diventati l’oro liquido del 2021, il bene più prezioso da distribuire alla popolazione mondiale ormai da oltre un anno costretta a una vita in cui i rapporti umani si sono ridotti all’osso, le attività commerciali sono in profonda crisi e la salute è costantemente minacciata dal Covid-19.

A fine dicembre 2020 in Italia è cominciata la fase 1 della campagna vaccinale indirizzata a tutti gli operatori sanitari e sociosanitari nonché agli ospiti delle RSA. Dallo scorso 19 febbraio sono iniziate le vaccinazioni in Campania anche per i docenti e per tutto il personale scolastico senza limiti d’età affiancandosi agli anziani over 80. Dal 25 marzo in Campania è cominciata la distribuzione di passaporti vaccinali da consegnare a tutti i cittadini vaccinati con l’obiettivo di certificare l’immunità. E cosa succede se risulti vaccinato e invece non hai mai ricevuto la prima dose di vaccino?

È quello che è accaduto alla docente G.Z. prenotatasi regolarmente sulla piattaforma della Regione Campania e convocata il 19  febbraio presso l’I.C. Don Milani Aliperti di Marigliano per l’inoculazione della prima dose del vaccino AstraZeneca. La professoressa non ha ricevuto quella dose in quanto, avendo dichiarato pregresse reazioni allergiche a un farmaco, il personale medico ha ritenuto più prudente rimandare il vaccino per somministrare la dose in una struttura ospedaliera, con annessa sala di rianimazione, più idonea a contrastare eventuali reazioni avverse.

Dopo oltre un mese di attesa la docente si è recata presso il nuovo centro vaccinale, sito nei pressi della villa comunale di Marigliano, per avere informazioni in quanto il centro Don Milani è ormai dismesso. G.Z ha scoperto di essere già vaccinata e  sulla sua scheda erano annotati anche i dettagli riguardanti le specifiche del vaccino, il lotto, l’orario della presunta iniezione e la data della seconda dose. Il personale le ha stampato la ricevuta e ha detto di non poter segnalare l’accaduto trattandosi di un centro Pfizer rivolto ad anziani e soggetti fragili e non di AstraZeneca.

Recatasi presso il centro AstraZeneca più vicino sito in via Locatelli a Pomigliano D’Arco ha appreso che, in tale sede, non era possibile rimediare all’errore in quanto ciò poteva essere fatto dal Centro Vaccinale di Marigliano che è però chiuso. Il responsabile del Centro le ha consigliato di mandare una mail al Distretto Sanitario Napoli 3 Sud  e alla Società Soresa. La professoressa ha altresì sporto denuncia presso i Carabinieri di Marigliano. I dubbi che sorgono sono tanti: a chi è andata la sua dose? Oppure un bene oggi così prezioso è stato buttato? Poiché da terminale risulta che il 10 maggio G.Z. dovrà ricevere la seconda dose di AstraZeneca che, è a tutti gli effetti una certificazione di immunità, risulterà che la docente ha rifiutato il vaccino o miracolosamente le risulterà somministrata anche la seconda dose?

La professoressa è sbalordita e arrabbiata ma soprattutto vuole risposte; vuole sapere quando le verrà inoculato il vaccino che le spetta e noi in quanto cittadini ci chiediamo com’è possibile un errore così grave, una superficialità per la quale chiunque può risultare vaccinato o non vaccinato. G.Z è fiduciosa e spera in una risposta da parte delle autorità competenti per risolvere al più presto la questione incresciosa.

Emanuela Gambardella

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.