Comuni

Campania, sanità. Ficco (Saues):”Ancora aggressioni al personale sanitario,servono interventi straordinari”

loading...

Napoli, 1 Settembre – “Ancora una volta siamo costretti a prendere atto che sul fronte delle aggressioni del personale sanitario nulla è cambiato: l’ultimo episodio di violenza gratuita verificatosi appena 24 ore fa nel pronto soccorso dell’ospedale di Caserta ai danni di un operatore costretto al ricovero, è infatti emblematico del persistere di condizioni di rischio non più tollerabili. Tanto più in costanza dell’emergenza sanitaria da coronavirus che sottopone medici e infermieri ad indicibili stress psico-fisici”.

Lo afferma il presidente nazionale del Saues, sindacato unitario emergenza sanitaria, Paolo Ficco che, esprimendo la solidarietà del sindacato alla vittima dell’aggressione, chiede al management sanitario e alle istituzioni campane “uno sforzo concreto, investimenti e misure straordinarie a tutela, quantomeno, del personale più esposto, che lavora cioè nei servizi di emergenza sanitaria”.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.