Politica

Campania, Sanità. Di Scala(FI):”Garantire screening prenatali sicuri e gratuiti”

Napoli, 16 Aprile – Garantire gratuitamente test prenatali non invasivi e sicuri per il feto e la madre. E’ questo l’obiettivo della mozione presentata dalla consigliera regionale campana di Forza Italia Maria Grazia Di Scala, approvata oggi a maggioranza con l’astensione del Movimento 5 Stelle.

Abbiamo impegnato il governo regionale – spiega Di Scala – a sollecitare il ministro della Salute ad approvare rapidamente i provvedimenti attuativi delle misure già previste dai nuovi Lea e a lavorare per garantire quei percorsi diagnostici alternativi all’amniocentesi, test che vede molte donne ultraquarantenni sottrarvisi perché effettivamente rischioso”. “Esistono oggi diversi esami non invasivi e sicuri – prosegue l’esponente di Forza Italia- che tuttavia risultano inaccessibili economicamente per molte donne”.

“Confidiamo dunque che il governo regionale si adoperi in tempi stretti per consentire a tutte le donne ultra-trentaquattrenni, di qualsiasi condizione sociale, la possibilità di conoscere per tempo eventuali malformazioni del feto senza rischi o costi proibitivi, con un semplice prelievo ematico, evitando quindi di essere sottoposte alla introduzione di aghi rischiosi per il nascituro e per la madre”, conclude Di Scala.


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa