Comunicati

Campania, Rifondazione Comunista: “Carcere Santa Maria Capua Vetere non si trasformi nell’inferno”

loading...

Napoli, 15 Aprile – Dopo la rivolta dei giorni scorsi effetto diretto della paura da Covid19, la gestione del Carcere di Santa Maria di Capua Vetere è apparsa fuori controllo della Direzione e del Magistrato di Sorveglianza.

Secondo fonti accreditate del Garante dei detenuti della Campania, sarebbero intervenuti 300 operatori della sicurezza carceraria in tenuta antisommossa “con caschi e scudi – dicono i detenuti – facevano irruzione nelle celle compiendo intimidazioni e violenze fisiche”. Alcune ricostruzioni sostengono che si trattasse di personale di polizia carceraria proveniente da altre strutture che agiva con durezza senza conoscere compiutamente nè le strutture carcerarie nè le persone ristrette. Chiediamo che il Ministro risponda direttamente anche a fronte di una denuncia circostanziata depositata da una persona liberata per Pasqua.

Per questo come Partito della Rifondazione Comunista – Sinistra Europea abbiamo chiesto l’intervento di sindacato ispettivo della senatrice Paola Nugnes che sta seguendo con noi il caso. Vorremmo capire se le rivolte carcerarie determinino l’abrogazione di fatto dell’ordinamento penitenziario e dell’art. 27 della Costituzione. Vorremmo, dunque, capire se la asserita risposta repressiva in questo carcere campano sia stata ordinata dalla sua Direzione, dal Provveditorato regionale oppure ‘promossa’ dal DAP come punizione esemplare della protesta per la difesa della salute dei detenuti.

Per evitare che le carceri più fatiscenti si trasformino in gironi infernali per detenuti e personale si prevedano provvedimenti di liberazione straordinari come chiediamo da settimane insieme a tutte le associazioni che si occupano di carcere nel nostro paese.

 

Maurizio Acerbo, segretario nazionale Giovanni Russo Spena, responsabile Istituzioni Gianluca Schiavon, responsabile giustizia Partito della Rifondazione Comunista – Sinistra Europea.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.