Politica

Campania, Permessi di libera circolazione per il personale sanitario durante il lockdown: la proposta dell’associazione “Nessuno Tocchi Ippocrate”

loading...

Napoli, 16 Novembre – Durante il primo lockdown nello scorso mese di marzo sono state emesse numerose multe ai veicoli appartenenti a membri del personale sanitario e tanti sono stati i ritardi nel raggiungere il luogo di lavoro per questi ultimi a causa dei controlli da parte delle forze dell’ordine. Così arriva da parte dell’associazione “Nessuno tocchi Ippocrate” di assegnare al personale sanitario un permesso di libera circolazione da esporre sul proprio veicolo per evitare lunghi controlli.

“Siamo assolutamente favorevoli a questa proposta che condividiamo e rilanciamo. Medici, infermieri e tutto il personale sanitario devono poter essere messi nelle migliori condizioni possibili per poter affrontare il loro lavoro senza perdite di tempo inutili ed ostacoli. Loro sono indispensabili in questa battaglia contro il virus, vanno agevolati. Proprio per questo, come già fatto per la prima ondata, chiediamo che per i membri del personale sanitario siano rilasciati dei pass per la Tangenziale in modo che possano recarsi da casa all’ospedale senza dover pagare il pedaggio.”- sono le parole del Consigliere Regionale di Europa Verde Francesco Emilio Borrelli.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.