Politica

Campania, Emergenza rifiuti. A. Cesaro (FI):”Contrari a impianti a Caivano e Giugliano

loading...

Napoli, 26 Marzo – “Le comunità di Giugliano e Caivano hanno già pagato a caro prezzo l’infinta emergenza campana e troviamo davvero improponibile voler localizzare in quei comuni ulteriori due impianti di trattamento rifiuti”.

Lo afferma il capogruppo regionale campano di Forza Italia Armando Cesaro commentando l’annuncio del governo regionale di voler localizzare un impianto per produzione di Css (combustibile solido secondario) in un capannone presso lo Stir di Caivano ed un impianto per il recupero di materia riciclabile a Giugliano nell’area dell’ex centrale Enel.

“Si tratta di scelte inconcepibili, frutto di improvvisazione e dell’incapacità di individuare alternative sostenibili. La verità è che si continua a ricorrere a soluzioni affrettate che, come ci insegna la storia dell’emergenza rifiuti in Campania, non hanno mai prodotto nulla di buono”.

“Siamo fortemente preoccupati da questo modo di governare, da questi quattro anni di slogan e favolette che hanno prodotto solo false illusioni e un’ulteriore montagna di ecoballe che a breve sarà visibile, al pari del Vesuvio, da qualsiasi satellite”, aggiunge Cesaro “Anche per questo – conclude – siamo al fianco di queste comunità e di questi territori che, piuttosto che vedersi imporre ulteriori stabilimenti inquinanti, andrebbero semmai bonificati e riqualificati”.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.