Comuni

Campania, coronavirus. Ficco (Saues):”Vietare vendita e uso mascherine FFP3 E FFP2 con filtro in pubblico”

Napoli, 5 Aprile – Una norma che vieti la vendita e l’uso delle mascherine ffp3 e ffp2 con filtro in pubblico. Lo chiede con forza, al governo nazionale e a quelli regionali, il presidente nazionale del Saues, sindacato autonomo urgenza emergenza, Paolo Ficco.

“Questi dispositivi, di cui oggi ne vediamo tantissimi esemplari per strada – spiega Ficco -, servono esclusivamente a proteggere gli operatori sanitari alle prese con pazienti contagiati. Non devono essere indossati da altri e mai in pubblico perché, pur non consentendo la trasmissione del virus a chi le indossa, lo intercettano comunque rimettendolo nell’aria con grave rischio di contagio per gli altri”.

“Ribadiamo: in pubblico, sia per strada che al chiuso, bisogna indossare esclusivamente le mascherine chirurgiche, mai le ffp3 o le ffp2 con filtro”.

“E’ evidente che a questo punto, per scongiurare i gravissimi rischi di questa pericolosissima tendenza ad indossare queste mascherine in pubblico, servono norme drastiche ed ad horas per vietarne la vendita a chi non può esibire un tesserino professionale di operatore sanitario e proibirne l’utilizzo al di fuori dei luoghi deputati alla cura diretta dei pazienti contagiati”.

“Faccio pubblico appello al governo e ai presidenti delle Regioni perché considerino questa stringente necessità“, conclude il presidente del Saues.


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa