Comuni

Bradisismo flegreo, scossa di terremoto nella notte fra Napoli e Pozzuoli

loading...

Pozzuoli, 7 Febbraio – Una scossa di terremoto di magnitudo 2.2 della scala Ricther è stata registrata la scorsa notte alle 4,13 con profondità di 2 chilometri.
L’evento, legato al bradisismo flegreo, ha avuto epicentro in mare al largo di via Napoli tra il Rione Terra di Pozzuoli ed il quartiere napoletano di Bagnoli.

La scossa è stata preceduta da un boato ed è stata avvertita da gran parte della popolazione. Nella giornata di ieri si era registrata una scossa di 0,7 di magnitudo con epicentro nella conca di Agnano. Eventi significativi nell’area flegrea non venivano avvertiti distintamente dalla popolazione dallo scorso 24 gennaio, allorchè uno sciame sismico con l’evento maggiore di magnitudo 1,0 aveva interessato l’area flegrea.

Dall’inizio dell’anno sono state, finora, 102 le scosse registrate dalla sala operativa di Napoli dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia. Inoltre, la rete gps dei Campi Flegrei costituita da 25 stazioni ha registrato che la velocità media del sollevamento a partire da settembre è cresciuta dai precedenti 0,7 millimetri agli attuali 13 millimetri al mese. Il sollevamento complessivo registrato finora è di circa 76 centimetri da novembre 2005, di cui ben 42 centimetri da gennaio 2016.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.