Politica

Autonomia, Conte (LeU): “Nessuna trattativa, sedersi al tavolo è un errore”

loading...

Napoli, 8 Marzo – “Il Sud si deve rivoltare non per trattare ma per bloccare la proposta leghista e pretendere il federalismo costituzionale”. Lo dichiara Federico Conte, deputato di Liberi e Uguali.

“Il regionalismo differenziato è un tentativo di raggiro costituzionale – continua – che, ove portato a compimento, promuoverebbe “Cittadinanze” diverse da Regione a Regione, in cui i diritti sociali sarebbero scanditi dal censo.
Sbagliano clamorosamente le regioni meridionali a sedersi al tavolo della trattativa. È un errore rincorrere la Lega con la retorica del fare, per spingere su un qualunquismo dello stesso segno.

La proposta va bloccata, dando la precedenza all’attuazione preliminare dei Livelli essenziali delle prestazioni.  Trattando oltre questo limite, appellandosi farisaicamente all’unità nazionale, si svende il mezzogiorno e si legittima lo strappo leghista. Con il risultato di legittimare un sistema sovranista a due livelli: quello nazionale e quello differenziato regionale. Un “federalismo sovranista di filiera” che incentiverebbe al Sud un sistema burocratico – borbonico che lo proietterebbe fuori dalla storia”.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.