Comuni

Arzano, auto con coppie appartate in una discarica a cielo aperto nella Zona industriale

loading...

Arzano, 4 Aprile – “Siamo molto preoccupati per le condizioni degli spiazzi lungo le strade dell’area Asi di Arzano. Spesso vengono trasformati in vere proprie discariche a cielo aperto. Già a febbraio denunciammo la situazione emergenziale sotto il profilo igienico-sanitario con un’intera area che appariva come una distesa di rifiuti. Ora ci è giunta una nuova segnalazione che mostra uno spiazzo che versa nella medesima condizione, con l’aggravante di essere usato dalle coppiette come luogo per appartarsi”.

La denuncia arriva dal consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e dal conduttore de “La Radiazza” su Radio Marte Gianni Simioli. “Da quanto si evince dal video sono presenti diverse categorie di rifiuti come materiali edili o mobilio. C’è una possibilità realistica che nei sacchetti abbandonati possano essere presenti anche sostanze tossiche. Abbiamo sollecitato all’Asi di Arzano di provvedere alla bonifica di tutti gli spiazzi invasi dalla spazzatura per evitare ogni tipo di rischio per la salute pubblica. Allo stesso tempo invitiamo a non appartarsi in luoghi dove sono presenti cumuli di immondizia. Scegliere luoghi del genere per un incontro non ci sembra il massimo dell’arguzia”.  

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.