Comuni

Nola, Suor Maria Luigia Velotti: verso la santità

Nola, 26 Gennaio – Conversiamo con don Prezioso De Giulio, Difensore del Vincolo presso il Tribunale Ecclesiastico Diocesano della Diocesi di Nola. Condividiamo la sua gioia per una insolita notizia che egli stesso, conterraneo della persona speciale di cui ci accingiamo a parlare, ci invita a divulgare: la beatificazione di suor Maria Luigia Velotti, vissuta per oltre vent’anni a Sirico di Saviano, nella nostra diocesi.

La splendida notizia che don Prezioso propone alla nostra attenzione risale all’11 dicembre, giorno in cui Papa Francesco ha firmato il decreto col quale suor Maria Luigia Velotti è stata dichiarata Beata; la cerimonia solenne a lei dedicata sarà celebrata il prossimo 16 maggio, nella Cattedrale di Napoli e sarà presieduta dal cardinale Crescenzio Sepe, arcivescovo metropolita di Napoli, e dal cardinale Giovanni Angelo Becciu, prefetto della Congregazione delle cause dei santi.

Il decreto di Papa Francesco dell’11 dicembre scorso rappresenta la conclusione di un articolato iter burocratico cominciato con il processo informativo sull’eroicità delle virtù di suor Maria Luigia Velotti, che fu aperto nella diocesi di Napoli nel lontano settembre 1927 (circa quarant’anni dopo la morte della suora) e durò fino al 1934. L’iter è ripartito il 14 dicembre 2007, quando è stato promulgato il decreto di convalida del processo informativo e dell’inchiesta suppletiva. Un altro passaggio significativo è quello del 2010, quando la documentazione per la Positio super virtutibus è stata trasmessa alla Congregazione delle Cause dei Santi; successivamente la riunione dei consultori storici, il 12 aprile 2011, e quella dei consultori teologi, il 28 ottobre 2014, hanno dato parere favorevole circa l’esercizio in grado eroico delle virtù cristiane da parte di madre Maria Luigia. Infine, papa Francesco ricevendo il prefetto della Congregazione, cardinal Angelo Amato, il 21 gennaio 2016 ha autorizzato la promulgazione del decreto con cui suor Maria Luigia è stata dichiarata Venerabile. Di qui la gioia di quanti aspettavano la notizia.

Qualche cenno biografico. La monaca santa nacque a Soccavo il 16 novembre 1826. Rimasta orfana in tenera età, fu affidata alla zia Caterina, che abitava a Sirico di Saviano. Costei, influenzata negativamente da altri parenti, ebbe nei confronti della nipote un atteggiamento severo, sottoponendo addirittura la piccola a vessazioni, che la bambina sopportò con pazienza. Unica luce fu la consolazione e la protezione di una coppia di coniugi, Lorenzo Sabatino e Giuseppa Tuzzolo, che si presero cura della bambina, adottandola.

La vocazione della giovane Maria Luigia, che è ricordata per fatti prodigiosi oltre che per la sua profonda fede, maturò grazie alla guida spirituale di don Domenico Piciocchi e di padre Filippo Antonio da Domicella. Lo stesso padre Filippo Antonio, che fu anche testimone di fatti inspiegabili di cui fu protagonista la mistica, ne soprintese la cerimonia di vestizione. Maria Luigia indossò l’abito francescano nella chiesa del convento di San Giovanni a Taurano e ricevette il nome di suor Maria Luigia Pasquale del Santissimo Sacramento. Era il 2 febbraio 1853.

Già a Sirico Maria Luigia Velotti, insieme a un gruppo di consorelle, aveva intrapreso un cammino di fede, dando inizio a una comunità religiosa in un edificio, ancora oggi chiamato a casa delle monache. Successivamente, a Napoli, dove suor Maria Luigia aveva ricevuto in dono un edificio fondò la Congregazione delle Francescane Adoratrici della Croce. Gli ultimi anni della sua vita li trascorse a Casoria tra quelle sofferenze che aveva essa stessa prefigurato per se stessa, quando caritatevolmente aveva cercato di alleviare i dolori altrui.

Morì il 3 settembre 1886 a Casoria, dove aveva stabilito la Casa madre del suo istituto, nella cui cappella riposano dal 1926 i suoi resti mortali. Oggi le suore della Congregazione delle Francescane Adoratrici della Croce casa sono circa trecento, di cui novanta straniere; le case religiose sono venticinque in Italia e cinque all’ Estero.

Il desiderio di don Prezioso De Giulio è che la comunità di Sirico in particolare e tutto il territorio diocesano si prepari a ricevere con gioia la proclamazione della santità di suor Maria Luigia. “A maggio ci sarà la proclamazione ufficiale”, ci ricorda, “Clero, autorità amministrative, fedeli, cittadini, tutti noi dovremmo gioire ed essere orgogliosi di avere una beata nostra conterranea. La Madre Generale della congregazione suor Rosalia Vittozzi, che risiede a Casoria, ci darà altre informazioni. Per adesso mi ha anticipato che vorrà la forte presenza di Saviano, la cui comunità avrà la guida di don Salvatore De Simone, parroco di Sirico”.

Il 16 maggio si avvicina. Ne diamo notizia, grati a don Prezioso per questa condivisione.



Scisciano Notizie crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, Scisciano Notizie correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online e Scisciano Notizie ritiene che l'accuratezza sia ugualmente essenziale; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a redazione@sciscianonotizie.it

Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa