Politica

Campania, Ciarambino (M5S):”Offese razziste agli operai, il manager chieda scusa ai lavoratori e a tutta Napoli”

La consigliera regionale: “Impensabile che un dirigente napoletano utilizzi beceri insulti per spronare i dipendenti”

Napoli, 12 Luglio – “E’ assolutamente da condannare il gesto vergognoso di un dirigente della Tiberina di Pomigliano che, come riportato dal quotidiano Il Mattino, ha fatto campeggiare sui monitor informativi dello stabilimento un cartello sociali di beceri insulti rivolti al popolo napoletano, per spronare, a suo dire, degli onesti operai a svolgere al meglio il loro dovere. Il management dell’azienda non può consentire che offese gravissime, che ledono la dignità non solo dei lavoratori, ma di un popolo intero, alla stessa stregua dei cori e delle scritte razziste con cui facciamo i conti da anni negli stadi di tutta Italia, facciano la loro comparsa sui tabelloni elettronici di una fabbrica cresciuta ed affermatasi proprio grazie alla professionalità dei tanti napoletani che vi lavorano”. Lo dichiara la consigliera regionale del Movimento 5 Stelle Valeria Ciarambino.

“Possiamo solo immaginare lo stato d’animo di quei lavoratori, insultati in una maniera così vile da un loro manager che scopriamo tra l’altro essere originario del quartiere Vomero. Un napoletano che incita a bruciare Napoli e i napoletani. Offese, a quanto pare, generate a seguito di una legittima protesta da parte degli operai. Auspichiamo quanto prima che questo signore trovi la maniera per scusarsi pubblicamente con i lavoratori e con l’intero popolo di Napoli e che l’azienda valuti l’opportunità di un’azione disciplinare nei confronti del suo dirigente”.

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@sciscianonotizie.it
Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa

image_pdfimage_print