Magazine

Pasqua in arrivo: i consigli per non mettere su troppi chili

loading...

Napoli, 27 Marzo – Mancano davvero pochi giorni all’arrivo della Pasqua, una delle celebrazioni più attese non solo da un punto di vista religioso. In tutto il territorio nazionale, infatti, sono tante le tradizioni culinarie che accompagnano la Santa Pasqua. Al Nord, ad esempio in Trentino, ci sono le polpettine pasquali a base di macinato di agnello, prezzemolo, rosmarino, scalogno, pepe e sale. Vengono rosolate nell’olio con aceto, vino e brodo, e servite con patate fritte. La torta Pasqualina, tipica della Liguria, è un piatto unico ripieno di verdura, uova e parmigiano.

Al Sud Italia invece c’è l’imbarazzo della scelta. In Calabria la Cuzzupa è una pagnotta dolce la cui dimensione cresce man mano che aumenta l’età del nucleo familiare. Le Pitte con Niepita sono invece dei dolci a mezzaluna da mangiare caldi o freddi. Impossibile rinunciare, in Campania, alla squisita Pastiera Napoletana, vero capolavoro della cucina partenopea con ricotta, grano e buccia d’arancia.

Con tutte queste meravigliose pietanze è facile lasciarsi andare e mettere su qualche chilo durante il periodo pasquale. Con la giusta attenzione, però, possiamo evitare di accumulare chili seguendo alcuni consigli prima e dopo la Pasqua, come la dieta plank. Si tratta di un regime alimentare iperproteico quasi completamente privo di fibre e carboidrati che assicura, in alcuni casi, la perdita di 9 chili in due settimane. Nella dieta plank i grassi vegetali sono inesistenti, mentre quelli animali si trovano nella carne e nel pesce, che abbondano in questo tipo di dieta. Si tratta infatti di un regime alimentare che costringe l’organismo ad attivare esclusivamente il metabolismo proteico, per consumare energia e far quindi dimagrire velocemente.

Nella dieta plank sono presenti le uova che sono ricche di proteine come la carne rossa, ma anche di colesterolo, che a dosi elevate può creare problemi a livello cardiovascolare. Nella sua forma originale, la dieta Plank prevede un menù settimanale che comprende una colazione a base di tè o caffè senza zucchero. Le fette biscottate possono essere consumate soltanto in alcuni giorni. A pranzo e cena si deve ricorrere a un piatto unico, di carne, pesce, uova e verdure. Queste ultime possono essere, ad esempio, carote, sedano e pomodori.

L’attività fisica

Oltre alla dieta plank per non prendere chili durante il periodo pasquale il consiglio è di dedicare un po’ di tempo all’attività fisica. Tra un pranzo e l’altro, ad esempio, potremmo concederci una lunga camminata che ci aiuta a bruciare le calorie che abbiamo accumulato. Per chi è in forma ed in salute, invece, il consiglio è di darsi al jogging: circa 5 o 6 km al giorno, per tre giorni a settimana, saranno sufficienti per allenare il proprio corpo e per smaltire velocemente ed efficacemente tutte le bontà che abbiamo mangiato durante le festività pasquali. E se poi si vuole unire l’utile al dilettevole si può optare per il plogging.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.