Politica

Napoli, Rifondazione Comunista:”No ad ogni spartizione per Giunta e sottogoverno”

Napoli,28 Ottobre –  “Rifondazione Comunista non è interessata ad alcun tipo di spartizione che riguardi la giunta comunale di Napoli o le postazioni di sottogoverno”, dichiara Rosario Marra, segretario provinciale. “Gli audio di una riunione fra consiglieri di maggioranza consegnati ai giornalisti dicono di pratiche ricattatorie da cui prendiamo le distanze nella maniera più netta.

Questa discussione ben poco edificante” aggiunge Marra “ritarda l’intervento su materie urgenti che riguardano la città. Pretendiamo un dibattito serio, pubblicamente e nella maggioranza, sulla prevista privatizzazione di ANM e CTP, sull’emergenza rifiuti e la discarica di via Brecce, sui bilanci ancora non approvati di Abc. Non sarà un rimpasto a risolvere i problemi della nostra città, ma un salto di qualità nell’azione amministrativa”

“La pratica del ricatto non appartiene alla politica, semmai al codice penale”, afferma Elena Coccia, consigliera comunale e metropolitana di Rifondazione Comunista. “Abbiamo contribuito alla vittoria della coalizione di de Magistris sia nel 2011 sia nel 2016, non siamo rappresentati in Giunta e rifiutiamo il riemergere di pratiche di una stagione buia della politica”, conclude Coccia.


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa