Comuni

Napoli, Emergenza eroina in via Volta: siringhe usate abbandonate sul marciapiedi

Verdi: “Intera area degradata dalle condizioni del parco della Marinella, è da anni in mano ai tossicodipendenti. Occorre avviare i lavori per la realizzazione del verde pubblico”

 

Napoli, 9 Settembre – “Ci è stato segnalato un video realizzato in via Volta in cui si notano numerose siringhe usate sul marciapiedi con tanto di cucchiaini per il confezionamento delle dosi di eroina. Purtroppo l’intera area è particolarmente degrada a causa delle condizioni del parco della Marinella, da anni in mano ai tossicodipendenti. Nonostante le opere di bonifica l’area continua ad essere frequentata da eroinomani che non esitano a iniettarsi le dosi nel bel mezzo della strada”.

Lo afferma il consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli. “Da anni – prosegue Borrelli – insistiamo sull’urgenza di procedere con i lavori per la realizzazione del parco pubblico, una riconversione che permetterebbe all’intera area di riacquistare vivibilità. Nonostante i lavori siano già stati finanziati al momento la situazione appare ancora in fase di stallo. Il nostro auspicio è che si possa iniziare quanto prima in modo da restituire dignità ad un luogo che, trovandosi a poca distanza dagli svincoli autostradali adiacenti il porto, rappresenta uno dei biglietti da visita della città”.


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa