Comuni

Moschiano, Scempio “Parco degli Ulivi”: Rubinaccio:”Il nostro appello alla consigliera Ciarambino affinché porti il caso nelle sedi opportune”

loading...

Moschiano, 17 Gennaio – Sotto i riflettori le pessime condizioni in cui versa l’ex Casa di Cura “Parco degli Ulivi”, una struttura abbandonata a se stessa, oramai un rudere, lasciato morire nel degrado e nell’incuria più totale.

Alza la voce Peppe Rubinaccio, responsabile del Comitato Cittadino Valle di Lauro che sollecita l’intervento della consigliera regionale del M5S Valeria Ciarambino, presidente della Commissione Trasparenza. “Siamo in una  situazione oramai insostenibile – dichiara Rubinaccio – Quello che un tempo era il fiore all’occhiello della Valle di Lauro, una struttura di servizi socio-sanitari molto importante per il nostro territorio, vera e propria eccellenza della Sanità Campana, oggi, questa struttura, di proprietà dell’ASL, versa, purtroppo, nel degrado più assoluto”. 

L’ex casa di cura “Parco degli Ulivi” di Moschiano che sorge sulla strada provinciale “ex SS 403” che congiunge il Vallo di Lauro ad Avellino e Salerno, resta un monumento immerso nel verde, preda di randagi e vandali.

Apocalittica la scena che si presenta davanti agli occhi al piano interrato della struttura, quello che un tempo ospitava i laboratori. Sono presenti ancora le attrezzature mediche, persino la sala operatoria, “all’interno della quale – spiega Rubinaccio – è davvero un’impresa farsi spazio perché è occupata quasi del tutto da una montagna di pannoloni riversi sul pavimento. Un vero spreco, tanti soldi buttati al vento. E’ un evidente caso di malasanità. Chi è responsabile di tutto questo – chiosa Rubinaccio – deve pagare!”.

In passato casa di cura privata, poi in seguito, centro per malattie mentali, l’ex Casa di Cura Parco degli Ulivi venne acquistato dall’Asl Irpina nel 2004 per abilitarla alla cura dei malati dimessi dagli ospedali psichiatrici e con l’obiettivo poi di trasformarla in sede del locale distretto sanitario. “Ma a più di dieci anni dall’acquisto – spiega Rubinaccio – non è stato fatto più nulla. Immediatamente i sindaci dell’Unione dei Comuni “Antico Clanis”si sono mobilitati per chiedere il risanamento e il  riutilizzo.

L’ex Casa di Cura “Parco degli Ulivi – continua il responsabile del comitato cittadino – un tempo era un’importante struttura per la radioterapia, che, tra l’altro, ospitava pazienti con patologie neurodegenerative ed internistiche provenienti da diverse Regioni del Mezzogiorno. C’era il Megatron, all’epoca apparecchiatura all’avanguardia per la cura dei tumori. Di quei macchinari non c’è più traccia, spariti! Negli anni scorsi è partita una denuncia alla Corte dei Conti, che a sua volta ha richiesto un milione e seicento mila euro alla ASL e alla Regione Campania, proprietari dell’ex clinica, dopo aver valutato il danno erariale corrispondente alla mancata utilizzazione dei costosi macchinari acquistati per la terapia contro i tumori”.

Infine l’accorato appello alla consigliera regionale pentastellata Valeria Ciarambino. “Sollecitiamo la Ciarambino a visitare personalmente il degrado in cui versa questa struttura, alla luce del fatto che tempo fa, la consigliera del M5S aveva chiesto un tavolo istituzionale in Commissione Sanità, sollecitato anche dalla dott.essa Flora Beneduce, altro membro della suddetta commissione. Visto la latitanza del presidente De Luca  – conclude Rubinaccio – chiediamo con forza alla consigliera Valeria Ciarambino, di portare il caso nelle sedi opportune, affinché si faccia chiarezza su questa scandalosa vicenda”.

 

            

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.