Comuni

Lago Patria, tartaruga agonizzante trovata dai bagnanti

loading...

Lago Patria, 18 Agosto – Durante la giornata del 18 agosto sulla spiaggia di Lago Patria dei bagnanti, hanno ritrovato in mare una tartaruga gigante agonizzante portandola sul bagnasciuga per soccorrerla. Purtroppo non c’è stato nulla da fare, ora sono in corso gli esami autoptici per determinare le cause del decesso.

La notizia è stata segnalata da diversi cittadini al Consigliere Regionale dei Verdi- Europa verde Francesco Emilio Borrelli che ha allertato la stazione zoologica Anton Dohrn ed il presidente dell’Ente Riserve Volturno Licola Falciano Giovanni Sabatino. In questa area sono state ritrovate diverse tartarughe, la Caretta Caretta è una specie molto diffusa in zona.

“Appena abbiamo saputo di questa situazione abbiamo allertato la stazione zoologica Anton Dohrn e l’ente Riserva Volturno Licola Falciano affinché si possa risalire alle cause del decesso di questa tartaruga. Abbiamo chiesto all’Arpac di monitorare la condizione delle acque e di verificare eventuali scarichi illeciti. Dobbiamo assolutamente fare tutto il possibile per salvaguardare la nostra fauna prima che sia troppo tardi, contrastando l’inquinamento e riducendo l’utilizzo della plastica, un vero incubo per la fauna acquatica che troppo spesso la ingerisce rischiando la vita. “-ha commentato il Consigliere Borrelli.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.