Comuni

Ischia, Istigazione alla prostituzione e violenza su minore: arrestate due persone di Casamicciola

 Borrelli: “faccio fatica a considerare questi individui come essere umani. Mai più linea morbida con i violentatori”

 

Napoli, 25 Marzo – Sono stati arrestati, dai carabinieri della Compagnia di Ischia, per istigazione alla prostituzione minorile e per abusi sessuali su un ragazzo di 14 anni due persone residenti a Casamicciola Terme, di 37 e di 52 anni. Attualmente il primo è in carcere mentre il 52nne è agli arresti domiciliari, per le ordinanze di custodia cautelare emesse dal Gip del Tribunale di Napoli.

Le indagini sono partite dopo la denuncia della madre del 14nne, costretto a prostituirsi in cambio di pochi soldi. Nello smartphone del 37nne i carabinieri hanno rinvenuto un grossissimo quantitativo di materiale pedopornografico.

“Le violenze sessuali sono tra i crimini più orribili che si possono compiere, commetterle su un minore, su un ragazzino è qualcosa che va ben oltre la comprensione della mente umana, per questo faccio fatica persino a considerare come persone, come essere umani questi due individui e chiunque si sia macchiato come loro di simili nefandezze. Mi auguro che possano avere il massimo della pena. Mai più linea morbida con i violentatori.”– è stata la dichiarazione del Consigliere Regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli.


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa