Magazine

Indossi le cinture di sicurezza sui sedili posteriori?

Napoli, 20 Marzo – Viaggiare con le cinture allacciate quando si siede sui sedili anteriori è un obbligo che viene rispettato abbastanza da chi sale in auto, ma, purtroppo, lo stesso non può dirsi per i sedili posteriori.

In Italia, quasi nessuno le usa, anche se il Codice della Strada ne impone l’obbligo e prevede multe: se, infatti, negli anni si è diffusa la consapevolezza che l’utilizzo di quelle anteriori sia fondamentale per la sicurezza di conducente e passeggero, in Italia solo il 10% di chi occupa l’auto fa uso delle cinture posteriori. Un numero bassissimo, se si pensa all’importanza che hanno per l’incolumità in caso di incidente.

Ma è obbligatorio allacciare le cinture di sicurezza sui sedili posteriori?

“La risposta è affermativa ed è contenuta nell’art. 172 del Codice della Strada, il quale stabilisce che è obbligatorio per tutti, conducenti e passeggeri dei veicoli, sui sedili anteriori e posteriori, usare le cinture per gli adulti e, per i bambini di statura inferiore a 1,50 m. sistemi di ritenuta omologati ed adeguati

al loro peso.
Il conducente risponde del mancato uso dei sistemi di sicurezza da parte del passeggero dell’auto se il passeggero è minore di età e se non è presente sul veicolo chi è tenuto alla sorveglianza del minore stesso”.

Ritenere non obbligatorio l’uso delle cinture di sicurezza anche sui sedili posteriori è errato e vi espone a multe salate!

“Non si tratta, come presunto da molti, di una facoltà, ma di un vero e proprio obbligo che, se non rispettato, può far incorrere in una sanzione: chiunque non fa uso dei dispositivi di ritenuta, cioè delle cinture di sicurezza e dei sistemi di ritenuta per bambini, è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da 80 euro a 323 euro, nonché della detrazione di 5 punti dalla patente”.

 Permetti ai tuoi passeggeri di viaggiare senza indossare la cintura di sicurezza?

“Il conducente che permette ai passeggeri, specie se minorenni, di viaggiare senza cintura di sicurezza o sistemi di ritenuta, può essere considerato responsabile di parte dei danni fisici subiti dagli stessi. Il conducente è colui che deve obbligare, imporre, l’uso delle cinture a tutti i passeggeri, sia quelli che siedono sul sedile anteriore sia per chi siede su quello posteriore. Se qualcuno dei passeggeri si oppone, il conducente può anche rifiutarsi di continuare la marcia o farlo scendere dall’auto. Questa “libertà” deriva dal fatto che, in caso di incidente mortale, è chi guida l’auto che risponde di omicidio colposo e che ha quindi una enorme responsabilità.“Non indosso la cintura di sicurezza sui sedili posteriori perché, stando seduto dietro, sono più al sicuro!!!”

Secondo il sistema “Ulisse” dell’Istituto Superiore di Sanità, chi indossa regolarmente le cinture sui sedili posteriori è poco più di 1 passeggero su 10. Molti automobilisti e passeggeri sostengono che dietro si sentono meglio protetti, si dimenticano di indossarla o non hanno l’abitudine di farlo. C’è chi si sente “scomodo o limitato”, mentre alcuni ritengono che la cintura sia difficile da usare o non trova il gancio a cui fissarla.

Sfatiamo un mito molto diffuso tra gli automobilisti italiani, ossia pensare che la seduta posteriore sia più sicura di quella anteriore. Essere seduti dietro è molto pericoloso in caso di incidente. Una recente rilevazione di Autostrade per l’Italia ha messo in evidenza come, in casi di incidenti gravi, oltre il 20% delle morti è causato da passeggeri che vengono sbalzati fuori dall’abitacolo perché non indossano le cinture di sicurezza. E in molti casi si tratta di persone sedute sul sedile posteriore che non avevano inserito le cinture di sicurezza.

Quindi, a dire il vero, non sei proprio in una botte di ferro!”

 

Cosa pensi dei danni che potresti arrecare agli altri occupanti dell’abitacolo?

“Ipotizziamo che, tu, siedi sul sedile posteriore dell’auto e, “hai dimenticato” di indossare la cintura di sicurezza. L’auto che ti trasporta viaggia a 50km/h e impatta violentemente e frontalmente un’altra auto; molto semplicemente, verrai proiettato in avanti e il tuo “peso” (ipotizziamo 70kg), moltiplicato per una accelerazione elevata, diventerà di circa 27000 N. (27000N equivalgono a circa 2700kg di peso!!!).

Inevitabilmente, sarai diretto contro il sedile anteriore, dove, probabilmente è seduto un tuo amico/parente che “schiaccerai” tra lo schienale del sedile e il cruscotto. Il tuo amico diventerà il tuo airbag personale!”

 

Gaetano Esposito



Scisciano Notizie crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, Scisciano Notizie correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online e Scisciano Notizie ritiene che l'accuratezza sia ugualmente essenziale; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected]

Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa