Politica

Campania, A, Cesaro (FI):”5 Stelle bugiardi serieli su tutto, proporrò in aula censura e interdizione”

Napoli, 5 Aprile – “Bugiardi seriali e imbroglioni. Come definire diversamente chi, come la consigliera Muscarà che, non solo non ha partecipato insieme con i suoi colleghi del Movimento 5 Stelle alla votazione della propria mozione facendo cadere il numero legale, ma si permette anche di accusare il nostro gruppo consiliare che viceversa c’era ed ha votato, come si può facilmente evincere dagli atti.

Segnalo anche, giusto per far capire fino a che punto si spingono i grillini pur di buttarla in caciara, che per quanto riguarda la votazione sugli statuti delle Asi di Napoli e Caserta, questo tema era iscritto al punto 7 dell’ordine del giorno mentre la seduta è andata avanti fino al punto 14 di quelli presenti in agenda. Quindi, ulteriore menzogna”. Lo afferma il presidente del gruppo di Forza Italia del Consiglio regionale della Campania Armando Cesaro.

“Poiché siamo davvero stufi di questo modo ipocrita di condurre un dibattito che offende la politica e le istituzioni, alla ripresa dei lavori di martedì prossimo chiederò alla presidente dell’aula di proporre ai sensi dell’articolo 78 del Regolamento una mozione di censura nei confronti della consigliera”, conclude Cesaro.


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa