Comuni

Asse Perimetrale Melito-Mugnano-Scampia, una discarica a cielo aperto: c’è di tutto, persino l’amianto

loading...

Verdi: “Una strada trasformata in una bomba ecologica, occorre bonificarla al più presto. Abbiamo chiesto alla Città Metropolitana di intervenire”.

 

Napoli, 6 Settembre – “Siamo sempre più preoccupati delle condizioni dell’Asse Perimetrale Melito-Mugnano-Scampia che oramai ha assunto le sembianze di una discarica a cielo aperto. C’è di tutto. Dalle carcasse di automobili bruciate all’amianto. Oramai la strada ha assunto i connotati di una vera e propria bomba ecologica. Occorre intervenire al più presto con un’opera di bonifica”.

La denuncia arriva dal consigliere regionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli e dal quotidiano online NapoliVillage.com. “Abbiamo inviato una nota alla Città Metropolitana di Napoli per chiedere un intervento straordinario di bonifica. Come denunciamo da tempo le strade a scorrimento veloce della zona a nord di Napoli stanno diventando una delle principali criticità legate al fenomeno dei roghi tossici e dello sversamento illegale di rifiuti. Occorre una presa di posizione forte da parte dei gestori nel fare in modo che gli assi viari non si trasformino in vere e proprie discariche con rischi altissimi per la salute pubblica”.

 

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.