Cronaca

Vico Equense, il Riesame conferma il sequestro del Resort della consigliera regionale Flora Beneduce

Vico Equense, 14 ottobre 2016 – . Resta sotto sequestro il resort “Sireneo”, di proprietà della consigliera regionale di Forza Italia Flora Beneduce e del marito Armando De Rosa, ex assessore di Palazzo Santa Lucia ed esponente della Democrazia Cristiana campana negli anni Ottanta.

Respinto il ricorso presentato dai legali della coppia che resta indagata per lottizzazione abusiva e realizzazione di opere edilizie senza permesso. Il 21 settembre scorso i carabinieri della compagnia di Sorrento avevano apposto i sigilli su un’area di 12mila metri quadrati dove, secondo la Procura della Repubblica di Torre Annunziata, sarebbero stati realizzati lavori irregolari che avrebbero “stravolto” l’assetto paesaggistico della zona.

La consigliera regionale di Forza Italia parla di un plesso che è il risultato di recupero e di risanamento igienico di una fatiscente casa colonica. Nessuna speculazione, dunque, secondo quanto afferma Flora Beneduce, ma solo recupero e valorizzazione di alcuni locali regolarmente autorizzati dalle autorità competenti. “Piena fiducia nel lavoro della magistratura” – afferma la consigliera –  Abbiamo denunciato la “speculazione politica fuori luogo, il tempo ci darà ragione a dispetto delle continue aggressioni mediatiche e improponibili dietrologie politiche dei soliti noti”.

 


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa