Politica

Vaccini, Arcuri:”Entro marzo vaccinati 7 milioni di italiani. Il piano funziona a pieno ritmo”

loading...

Roma, 5 Febbraio – “Siamo il primo paese europeo per persone vaccinate, con prima e seconda dose. Fino a ieri sera quasi 1 milione le persone vaccinate”. Lo ha detto il commissario straordinario per l’emergenza Covid, Domenico Arcuri, in conferenza stampa per fare il punto sulle attività per il contrasto e il contenimento dell’epidemia.

Abbiamo quasi finito la prima fase della vaccinazione, che comprende anziani nelle Rsa e operatori sanitari. I numeri della vaccinazione dimostrano che nonostante i tagli imprevisti, spesso subiti, l’andamento della campagna sta riprendendo a ritmi accettabili e le somministrazioni stanno aumentando costantemente”. Ha aggiunto Arcuri precisando che “domani arrivano le prime 249mila dosi del vaccino Astrazeneca e dalla prossima settimana potremmo iniziare a somministrarlo agli italiani. È un’ulteriore arma”. 

Il commissario ha annunciato che “Continueremo a destinare Pfizer e Moderna per la copertura della popolazione più a rischio, per abbassare la letalità. Astrazeneca avrà un percorso parallelo, andrà somministrato agli under 55: inizieremo con gli insegnanti, le forze dell’ordine, il personale carcerario e i detenuti e il personale che vive nelle comunità”.  “Adesso inizieremo a vaccinare over ottanta. Per la seconda fase sarà necessario avere 13 milioni di dosi infatti comprende circa 6 milioni e mezzo di persone”. 

“Poi sarà la volta degli over sessanta con patologie critiche e vulnerabili. Poi si passerà al terzo gruppo: lavoratori dei servizi essenziali, le forze armate, polizia penitenziaria e carcerati. Infine sarà la volta di tutti gli altri”. Entro marzo “potremmo avvicinarci alla vaccinazione di 7 milioni di italiani”.

Ha detto Arcuri sottolineando che “è quello che si può fare” visto che nel primo trimestre l’Italia avrà il 50% delle dosi di vaccino che erano inizialmente previste. “A gennaio abbiamo ricevuto 2,3 milioni di dosi, a febbraio ne avremo, se le previsioni saranno rispettate e noi confidiamo in questo, ne riceveremo 4,2 e a marzo 8,2 milioni. In totale avremo nel primo trimestre 14,7 milioni di dosi – ha concluso Arcuri – quando ne avremmo dovute avere 28 milioni”. “In Italia ci sono 293 punti di destinazione dei vaccini. Le somministrazioni avverranno poi anche in altre strutture, come le residenze per anziani, e quando tutti gli anziani si saranno vaccinati nei 1.300 punti di somministrazione inizialmente previsti, questi smetteranno di essere utilizzati e se ne aggiungeranno progressivamente altri decisi dalle regioni. A questi si aggiungeranno anche le primule”.  

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.