Politica

TRASPORTI, Di Scala (FI): “Procida peggio di Ischia, se possibile”

Napoli, 6 Giugno – “Raccolgo e volentieri rivolgo alla dirigenza dell’Eav le segnalazioni pervenutemi dall’isola di Procida laddove, proprio come per Ischia, il servizio su gomma sconta gravi criticità soprattutto nel periodo estivo ed in particolare con l’entrata in vigore del divieto di circolazione veicolare imposto dalle 19,00 alle 22,00”. Lo afferma la consigliera regionale campana di Forza Italia, Consigliere Segretario della Commissione Trasporti della Regione Campania, Maria Grazia Di Scala, per la quale “anche la vetustà del parco mezzi e l’assenza di pensiline costituiscono un poco encomiabile biglietto da visita per l’azienda”.

Per Di Scala “il servizio di trasporto pubblico a Procida, che per la Chiaiolella termina alle 22,00 mentre per le altre zone si conclude alle 23,00, andrebbe assolutamente potenziato”. “Invece così non è – prosegue l’esponente di Forza Italia -, mentre già da oltre 15 giorni la corsa Marina Grande–Terra Murata si ferma a Piazza dei Martiri lasciando alla pazienza e alla buona salute dei turisti e dei residenti l’improbo compito di inerpicarsi sulla stradina che porta all’antico Borgo Medioevale a picco sul mare”.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.