Comunicati

Scuola, L. Esposito:”Il solito muro di gomma…”

Mariglianella, 26 agosto 2016 – Quanto accaduto in Campania nei confronti dei docenti ESODATI è a dir poco nauseante.

Nessuno, e dico NESSUNO, di coloro i quali avrebbero potuto fare qualcosa o almeno avrebbero DOVUTO fornire delle risposte ha mosso un dito.

Dal governo centrale, la Ministro Giannini,  De Luca, il Vicario del Prefetto di Napoli, l’USR di Napoli e in ultimo le sigle sindacali del comparto scuola, si sono TUTTI comportati come un muro di gomma, palleggiando e rimbalzandosi il problema da loro stessi creato.

A costoro, sono state evidenziati problemi e potenziali soluzioni tampone; dagli evidenti caratteri di illegittimità e incostituzionalità di alcuni punti di una Legge arraffata, ingarbugliata e zeppa di enormi contraddizioni, un algoritmo, folle e mai testato prima, catapultato direttamente sulle spalle e sulla pelle direttamente di interi nuclei familiari, la proposta di congelare il tutto, per un anno, collocando i docenti sulle medesime cattedre dell’anno precedente, l’idea prospettata di utilizzazione dell’organico di fatto per garantire agli ESODATI di restare almeno nella propria Regione….

 

TUTTO CADUTO NEL SILENZIO PIÙ TOTALE…!!!

 

Il comportamento più scandaloso è decisamente quello di chi ha partorito la SCHIFORMA (Legge 107/2015), il governo Renzi, di chi, De Luca attraverso Oddati, ha promesso di trasferire le richieste dei docenti alla Conferenza Stato-Regioni ma ad oggi tutto tace, di chi, il Prefetto di Napoli, mediante il suo Vicario, che aveva dato per certa la convocazione di tavolo di concertazione tra USP Regionale e sigle sindacali, su cui regna un silenzio assordante, di chi avrebbe potuto almeno fornire un dato certo, il numero delle cattedre sull’organico di fatto disponibile, ma non lo ha fatto.

In merito all’ultimo punto, se la digitalizzazione delle cattedre e spezzoni disponibili avviene agli inizi di luglio, mi chiedo e vi chiedo, perché al 26 Agosto non è dato sapere nulla…???

 

Un capitolo a parte, poi, meritano i sindacati che prima hanno “obbligato” i docenti a presentare domanda di mobilità e trasferimento e poi hanno completamente abbandonato gli stessi al loro triste e assurdo destino.

Tra manifestazioni e incontri ufficiali con le istituzioni i sindacati si sono completamente defilati limitandosi a pubblicare comunicati e notizie; Perché…???

 

PROPONGO a tutti i docenti iscritti a sigle sindacali:

  1. la cancellazione immediata;
  2. la donazione degli 11 euro (che annualmente regalano a costoro) alle popolazioni colpite dal sisma.

 

La beffa oltre il danno…apprendere che Sicilia, Sardegna, Emilia Romagna e Lombardia hanno dato, in maniera a mio avviso MOLTO discutibile, mediante contratto integrativo regionale offrono la possibilità di chiedere assegnazione su posti di sostegno non dati a docenti specializzati anche a insegnanti senza titolo.

Inoltre, non è forse incostituzionale utilizzare un diverso trattamento ai lavoratori delle diverse regioni d’Italia…???

Possono solo Sicilia, Sardegna, Lombardia ed  Emilia Romagna andare in deroga alla medesima legge nazionale per consentire ai docenti- che abbiamo chiesto e non ottenuto assegnazione provvisoria- di poter rientrare nella propria provincia di residenza mediante utilizzo su posti di sostegno compresi in organico di fatto, anche senza titoli…???

Perché queste Regioni hanno potuto e voluto farlo e la Campania no…???

 

A Renzi e il suo governo, va riconosciuto un primato, è stato capace di scontentare e demolire tutte le categorie di lavoratori italiani…!!!

 

            

 

  Arch. Leopoldo Esposito

             Portavoce Comunale M5S


Caro lettore, SciscianoNotizie.it non ha mai ricevuto contributi statali e provvede alle sue spese autofinanziandosi attraverso sottoscrizioni volontarie. La redazione lavora senza sosta, giorno e notte, per fornire aggiornamenti precisi ed affidabili sulle notizie del territorio. Se apprezzi il nostro lavoro, da sempre per te gratuito, e se ci leggi tutti i giorni, ti chiediamo un piccolo contributo per supportarci. Grazie!

SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa