Comunicati

Scisciano, seduta calda al Consiglio Comunale: sindaco aggredito verbalmente dal capogruppo di opposizione

loading...

Scisciano, 5 Dicembre – Tentativo di aggressione ai danni del sindaco Edoardo Serpico e rissa sfiorata al Consiglio Comunale di Scisciano di sabato 2 Dicembre. Protagonista del gesto il capogruppo di opposizione di “Scisciano Bene Comune” l’ingegnere Peppino Napolitano.

 In un fase del Consiglio Comunale, di lettura e approvazione di verbali della seduta precedente, sale la tensione in aula e all’improvviso si verifica il deprecabile tentativo di aggressione verbale con lancio finale di fascicoli da parte del capogruppo di opposizione. Destinatario, il primo cittadino.

Riportiamo le dichiarazioni del sindaco di Scisciano prof. Edoardo Serpico e del presidente del Consiglio Comunale dott.ssa Santa Palma che ricostruiscono l’accaduto nella seduta del Consiglio Comunale di sabato:

<<Nel consiglio comunale del 2/12/2017 – dichiara il sindaco Edoardo Serpico –  sono state introdotte modalità comportamentali poco edificanti e non consone ad un pubblico consesso.

Nei 27 anni in cui ho ricoperto cariche istituzionali mai mi era capitato di essere, mio malgrado protagonista, di episodi del genere.  Dopo essere stato accusato di aver probabilmente falsificato un protocollo, di aver favorito iniziative imprenditoriali di un nostro concittadino, di proporre un deliberato illegittimo, sono stato oggetto, da parte del capogruppo di opposizione di atti di violenza inspiegabili, esplicitati attraverso il lancio di fascicoli e tentativi di pseudo-aggressione.

La mia educazione familiare e la mia formazione culturale mi hanno insegnato che la politica è una delicata tessitura di stili, azioni e comportamenti. Il dibattito, in aula consiliare, dovrebbe essere esempio di confronto politico e istituzionale, civile, nella libera espressione di posizioni anche contrapposte.

Possiamo scontrarci, lottare per le nostre idee, portare avanti con passione le nostre convinzioni ma dobbiamo farlo nel rispetto dei ruoli che ricopriamo e delle persone che abbiamo l’onore di rappresentare.

Se non siamo capaci di fare questo potremo ritenere fallito il nostro compito di uomini prima che di politici. Non sono dispiaciuto per la mia persona, piuttosto per il ruolo rappresentativo ricoperto, ma soprattutto perché questi gesti offendono e calpestano la dignità delle istituzioni>>.

Inoltre – conclude il primo cittadino –  sono rammaricato perché mi sarei aspettato solidarietà da parte degli altri membri del gruppo ” Scisciano Bene Comune” e non tentativi rabberciati di individuare attenuanti per giustificare un episodio sfociato in un atto di violenza gratuita che riporta il dibattito politico indietro di secoli>>.

 

Indignazione e sconcerto traspare dalle dichiarazione del presidente del Consiglio Comunale Santa Palma. <<È stata tale la gravità di quanto accaduto nell’ultimo Consiglio Comunale, tenutosi Sabato 2 Dicembre, ad avermi indotto ad intervenire. I toni hanno toccato l’inverosimile. Ad un certo punto ho temuto che la situazione potesse precipitare quando con un gesto d’ira ,” QUELLO DI LANCIARE PER ARIA” il plico di documenti che si aveva tra le mani, si è rischiato di colpire i consiglieri seduti nella traiettoria di lancio. Come già detto nella stessa seduta, tali comportamenti si ritengono inaccettabili da chiunque provengano. Si è tanto parlato di partecipazione dei cittadini, del rispetto degli stessi e di trasparenza ma chiunque, vecchio e giovane, maschio o femmina, di qualunque estrazione sociale o colore politico avesse assistito a quella scena e ascoltato quelle parole, sarebbe rimasto indignato ed offeso.

E così che mi sono sentita io. Si è toccato il Fondo !!! Non ci sono giustificazioni per l’accaduto. Ci sono tempi, modi e luoghi adeguati ad esprimere il proprio disappunto. Siamo in un paese democratico ed in qualità di Presidente del Consiglio mi sento di ribadire che ho sempre dato a Tutti l’opportunità di poter esprimere il proprio pensiero e le proprie idee anche andando oltre i tempi indicati dal Regolamento. Le scuse – conclude il presidente del consiglio –  oltre che ai colleghi, ai luoghi ed ai ruoli ricoperti vanno fatte soprattutto ai cittadini, presenti e non. Il fondo si è toccato, e questi comportamenti tradiscono il mandato ricevuto dai cittadini che va onorato anche con il proprio comportamento>>.

 

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.