Comuni

Scisciano, “Casa della Solidarietà Sabino Romano”: l’Associazione YaBasta inaugura un secondo percorso dedicato alle donne vittime di violenza [Video]

loading...

Scisciano, 22 Maggio – Una Casa rifugio dove è possibile trovare spazi di indispensabile serenità, fondamentale punto di riferimento per le donne vittime di violenza. Un luogo, dunque, in cui intraprendere con tranquillità un percorso di allontanamento emotivo e materiale dalla relazione violenta e ricostruire con serenità la propria autonomia. Prende corpo l’interessante iniziativa dell’associazione “YaBasta” di Scisciano, da sempre molto attiva riguardo le varie problematiche sociali e il costante impegno nella realizzazione di innumerevoli attività inclusive.

Dopo l’esperienza della prima Casa rifugio nata nel 2018 per far fronte alle emergenze abitative, l’Associazione “YaBasta” si appresta ad inaugurare un secondo percorso con la “Casa della Solidarietà Sabino Romano”, una struttura dedicata che possa fornire un alloggio sicuro alle donne vittime di violenza e ai loro bambini, ma anche un indispensabile sostegno psicologico per salvaguardarne l’incolumità fisica e psichica. “Per realizzare tale progetto che comporta un gravoso impegno economico – dichiara Pietro Esposito, membro dell’Associazione – lanciamo un appello a tutti coloro che desiderano darci una mano. Allo stato attuale, sono già venti le famiglie disponibili a collaborare”.

PROGETTO AZIONARIATO SOCIALE. Per la realizzazione del progetto “Casa della Solidarietà Sabino Romano”, l’associazione “YaBasta” lancia l’idea dell’azionariato popolare per poter garantire un tetto a persone con profonde fragilità, facilitando così un percorso di inclusione sociale che possa essere autonomo, autofinanziato e duraturo nel tempo. “Sono diversi anni – puntualizza Francesco Evangelista, uno dei membri dell’associazione promotore dell’iniziativa –  che come associazione ragioniamo sulla possibilità di fornire un luogo di rifugio dedicato alle donne vittime di violenza. La progettualità, che ha richiesto l’attivazione di una nuova casa rifugio, intitolata ad uno dei fondatori dell’associazione Sabino Romano, nasce dalle necessità che si sono presentate in uno dei nostri servizi, lo sportello diritti. Abbiamo individuato, dunque, nella donna vittima di violenza, la principale area in cui dover intervenire.

Ed è a tale proposito che abbiamo deciso di attivare una chiamata, da noi definita di azionariato sociale. L’obiettivo è di coinvolgere cento persone che ci possano aiutare e sostenere anche dal punto di vista economico. Con un contributo volontario di 10 euro al mese, riusciremo a coprire tutte le spese necessarie per mantenere un servizio di qualità”.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.