Comuni

Sant’Antimo, Chiariello (CDX): “Dimensionato scolastico? Città non ha bisogno di tuttologi”

loading...

Sant’Antimo, 26 Settembre – “Sant’Antimo di tutto ha bisogno fuorché di tuttologi presuntuosi. Alla nostra città basterebbe e avanzerebbe semplicemente un bravo amministratore dotato di quel minimo di onestà intellettuale tale da fargli riconoscere che il tema del calo demografico, con quel che ne consegue nel mondo della scuola era già stato affrontato e risolto dalla precedente amministrazione. Il nostro smemorato di Collegno dimentica, ma comprendiamo bene il perché, che proprio in virtù del calo demografico che arriva oramai da lontano, e che investe l’intero sistema Italia, la nostra amministrazione, seguendo principi di efficienze, efficacia ed economicità, ha responsabilmente accorpato alcuni istituti, dismesso alcune aule, riconvertito plessi fatiscenti e programmato quegli investimenti, che come già abbiamo avuto modo di dire, speriamo che quella attuale, ma poco ci crediamo, sappia valorizzare”. Lo affermaCorrado Chiariello, Consigliere comunale Coordinatore dell’Opposizione di Centrodestra del Comune di Sant’Antimo, commentando la proposta di dimensionamento scolastico ed il prospetto comparativo di un eventuale accorpamento deli istituti comprensivi della città e le diverse ipotesi di ristrutturazione o realizzazioni di nuovi plessi scolastici diffusa oggi sui social media dal Sindaco di Sant’Antimo Aurelio Russo.

“Oggi, constatiamo – aggiunge Chiariello –, quel pizzico di senso di responsabilità civile che dovrebbe guidare chi amministra, indipendentemente dalla sbandierata, presunta e comunque poco modesta ‘esperienza del mondo della scuola’ diventa supponenza. Ed è così che pur di dar prova di strombazzati cambiamenti non si risparmiano pericolose storture intervenendo laddove non serve, tralasciando interventi che proprio alla luce dei decantati numeri, dovrebbero diventare priorità. Con buona pace di quegli insegnati che perderanno la sede”.

 “Oggi, se davvero si vuole discutere, non si può prescindere dal farlo guardando agli enti sovraordinati, come la Regione, che in questo caso sembrerebbe suggerire la conservazione dello status quo, oppure provando a guardare davvero oltre, programmando seriamente e guardando ad interventi di maggiore razionalizzazione”, prosegue l’esponente di centrodestra.

“Ma per fare tutto ciò, ripeto, non occorre un borioso Tuttologo, basta un modesto Amministratore che sappia guardare oltre il proprio orto, che sappia guardare alle future generazioni e non ai propri avi”, conclude Chiariello.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.