Comuni

Santa Maria Capua Vetere, ritardo nei buoni spesa: le famiglie non possono più aspettare

loading...

Santa Maria Capua Vetere, 31 Gennaio – Le associazioni sammaritane “Passione Civica”, “Svoltiamo”, “Futuro 2030”, “Santa Maria Bene Comune”, “Movimento civico sammaritano”, “No STIR” e l’associazione politico-culturale “Sud per l’Italia” denunciano il ritardo dell’amministrazione comunale nell’erogare i buoni spesa per le famiglie. Prima delle festività natalizie l’amministrazione Mirra annunciava il bando per partecipare ai buoni spesa destinati alle fasce più deboli della popolazione.

 Ebbene, a distanza di più di un mese e mezzo le famiglie sammaritane non hanno ricevuto il saldo finale. Sono tante, infatti, le segnalazioni che ci sono pervenute dai cittadini i quali non hanno più notizie in merito dal Comune. “Le famiglie sono in difficoltà – dichiarano gli esponenti delle associazioni – e non possono più aspettare. In una situazione di crisi economico-sociale come quella che stiamo vivendo in questi mesi, beneficiare di un sostegno economico fa la differenza.

È necessario accelerare il processo di erogazione dei buoni perché è inaccettabile che ad oggi molte persone non abbiano ancora ricevuto quanto loro spettante. Chiediamo all’amministrazione di velocizzare l’iter burocratico perché i bisogni alimentari non possono aspettare”.

 

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.