Politica

Sanità Campania, Flora Beneduce (FI): “Registro Malattie Rare – istituire sezione dedicata esclusivamente al rene”

Napoli, 27 ott. – “Le malattie rare renali di origine genetiche per la loro complessità nell’individuazione della diagnosi necessitano di un attenzione particolare, spesso gli organi colpiti non sono direttamente i reni per questo è più difficile risalire alla causa principale-  così Flora Beneduce, consigliere regionale di Forza Italia”.  “L’insufficienza renale cronica che deriva nella maggior parte dei casi dalla mancanza di una diagnosi precoce, tipica di questa patologia, comporta il ricorso alla dialisi, con tutte le implicazioni che ne derivano sia dal punto di vista strettamente medico che dall’aggravio dei costi per il sistema sanitario regionale  – continua la Beneduce”. “Sono oltre 400 le malattie rare con coinvolgimento renale –  aggiunge la Beneduce – su questo punto ritengo necessario dedicare una sezione del  Registro delle Malattie rare esclusivamente al rene, per questo ho  predisponendo un ordine del giorno per impegnare la Giunta a deliberare in merito”. “I nuovi Lea prevedono un consistente ampliamento dell’elenco delle malattie rare – conclude la Beneduce – bisogna capire se, date le criticità della sanità campana, il Centro di  Coordinamento regionale per le Malattie rare istituito presso il Dipartimento Clinico di Pediatria dell’A.O.U. Federico è nelle condizioni di gestire l’intera rete”. “Su quest’ultimo punto è opportuno chiedere  chiarimenti  sulle attività sinora svolte ivi comprese le difficoltà nell’attuazione di programmi ed interventi”.



Scisciano Notizie crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, Scisciano Notizie correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online e Scisciano Notizie ritiene che l'accuratezza sia ugualmente essenziale; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected]

Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa