Politica

ROM, A. Cesaro (FI): “Ancora roghi tossici, campo Arzano va rimosso”

Napoli, 23 Settembre – “Ancora un incendio in un campo rom, ancora uno spaventoso rogo tossico. Quanto accaduto stanotte a ridosso della Circumvallazione esterna tra Secondigliano e Arzano non è più tollerabile. Sono tre anni che si discute di inclusione delle etnie rom, sono tre anni che nei cassetti del Consiglio regionale giace nell’indifferenza della maggioranza una nostra proposta di legge regionale per eliminare questo sconcio ed avviare una seria politica di integrazione per arginare questi fenomeni di degrado e di grave rischio ambientale”.

Lo afferma il Presidente del gruppo di Forza Italia del Consiglio regionale della Campania, Armando Cesaro.

“I campi rom sono luoghi insani e pericolosi per tutti, per chi vi abita oltre che per i cittadini delle aree circostanti. Creare nuovi ghetti come si vorrebbe fare a Giugliano, dove ci siamo opposti con tutte le nostre forze, è socialmente sbagliato ed è un inutile spreco di risorse pubbliche: serve una politica di ampio respiro, bisogna recepire le indicazioni dell’Unione Europea, cose che la nostra proposta fa”.

“Domani, in occasione della Conferenza dei Presidenti dei gruppi consiliari convocata per la calendarizzazione dei lavori d’aula  – annuncia Cesaro –, chiederò che venga dunque inserita d’urgenza all’ordine del giorno della prima seduta utile”.

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.