Comuni

Palma Campania, “Rinasci da te. Difendi la vita!!”: al Teatro Comunale un evento dedicato all’eliminazione della violenza contro le donne

 

“Siamo state amate e odiate, adorate e rinnegate, baciate e uccise, solo perché donne”. (Alda Merini)

 

Palma Campania, 25 Novembre –  “Rinasci da te. Difendi la vita!!”: al Teatro Comunale di Palma Campania, martedì 30 novembre con inizio alle ore 20.00, un interessante evento sulla Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne.

Tre le associazioni del territorio palmese promotrici dell’iniziativa: We Palma, Il Cammino Nel Sole e l’Associazione culturale Naturae. L’evento si pregia del patrocinio morale del Comune di Palma Campania. Si parla esplicitamente di violenza contro le donne perché sono la stragrande maggioranza delle vittime delle violenze di genere, ovvero tutti gli abusi, che siano psicologici, fisici o sessuali che riguardano tutte le persone discriminate in base al genere. Come precisa la convenzione di Istambul, l’espressione “violenza contro le donne basata sul genere” designa qualsiasi violenza diretta contro una donna in quanto tale, o che colpisce le donne in modo sproporzionato. “E’ importante – afferma Luciano Carbone, presidente dell’associazione We Palma – svolgere queste manifestazione per estirpare, attraverso la diffusione della cultura del rispetto della donna, quello che ancora oggi è un disconoscimento della libertà delle donne e della loro capacità di affermazione. È impensabile che in una società civile e democratica le donne subiscano violenze, il più delle volte domestiche, ma anche sul lavoro e in tutti i luoghi in cui provano ad affermare la propria personalità. Dunque, è nostro dovere affrontare il problema ed offrire a queste donne un supporto, far sapere loro che non sono sole, ma che c’è qualcuno che può ascoltarle e aiutarle ad uscire da questo tunnel, perché c’è sempre uno spiraglio di luce da cui rinascere e difendere la vita”. 

Al Teatro Comunale va in scena un evento variegato e completo di molteplici tematiche che in qualche modo interessano l’universo femminile: dimostrazione pratica di autodifesa emotiva e fisica per le donne, attraverso metodo S.E.M. e Kickboxing; dimostrazione di autodifesa personale a cura di Giuseppe Varchetta e Maria Antonietta Liguori. Maestri di Kickboxing e titolari della Palestra Dancing & Fight; ma anche di difesa emotiva a cura della dott.ssa Francesca Palladino, psicoterapeuta e psicologa dello Sport. “Il lavoro sul corpo – dichiara la Palladino presidente dell’associazione “Il Cammino Nel Sole” –  attraverso degli esercizi mirati che coinvolgono il movimento, la psiche e le emozioni, è un lavoro utile e necessario non solo per le donne che vivono una relazione tossica, ma anche quando non ci si riesce a liberare  da dinamiche disfunzionali. Il metodo sem è un allenamento che coinvolge prima di tutto il corpo, e che va a smuovere e a sciogliere situazioni dolorose e/o traumatiche. Il corpo porta memoria del nostro malessere psichico ed emotivo. Lavorando sul corpo lavoriamo su ciò che ci fa soffrire nel profondo”. 

Un momento importante della manifestazione è dedicato alla “intelligenza emotiva”, definita come la capacità di riconoscere i propri sentimenti e quelli degli altri e di saper gestire le emozioni in modo efficace. Una qualità più rara di quanto si possa pensare e di difficile valutazione. Simona Recupito, trainer e coach di “Intelligenza Emotiva”, direttrice della Formazione “In Oltriamo”, sarà l’esperta della serata: “Rinasci da te” è l’appello accorato – dichiara la Racupito –  che rivolgiamo alle donne, affinché guardino dentro se stesse, e scoprano in sé il potere straordinario delle emozioni. “E-mozione” vuol dire proprio “muoversi da”: quando una donna diventa consapevole delle sue emozioni e impara a gestirle, può muoversi verso scenari di vita autentica, fatti di libertà, al di fuori di ogni legame tossico; di autorealizzazione, al di là di ogni barriera economica e culturale, di scelta consapevole, oltre ogni senso di colpa e blocco emotivo. “Rinasco da me” è il proposito con cui ci auguriamo che ogni persona, anche solo potenzialmente vittima di violenza fisica e/o psicologica, intraprenda il suo percorso di liberazione e di crescita, OLTRE qualunque forma di abuso, attraverso l’Intelligenza Emotiva, e la riconquista del corpo e del sé”

Quando un omicidio può essere definito femminicidio? Nella risoluzione del Parlamento europeo del 28 novembre 2019 si definisce così la “morte violenta dipesa da motivi di genere”. Dietro questi crimini c’è una cultura di violenza e sopraffazione, l’eredità più deleteria di una mentalità patriarcale, difficile da estirpare. “Manifestazioni di questo spessore, – afferma la presidente dell’Associazione Culturale Naturae Rosa Ferrante –  dovrebbero essere organizzate spesso, non solo una volta all’anno, affinché si possa tenere sempre in massima considerazione la gravissima piaga della violenza sulle donne. Molta strada è stata fatta, ma per una vera uguaglianza di diritti e di opportunità, per una società in cui abbia spazio il ruolo femminile, senza che sia necessaria un’assimilazione a quella maschile, il cammino è ancora lungo. La donna deve essere libera di esprimere se stessa, non in competizione con il maschio ma in armonica collaborazione. Riguardo la violenza e la prevenzione dei femminicidi, si dovrà proseguire nel potenziamento della prevenzione, del riconoscimento e della repressione di azioni e situazioni violente maschili. Finchè non si giungerà compiutamente e diffusamente a questo traguardo, esisterà una base culturale che potrà in qualche modo spingere e giustificare forme di violenza sulle donne. L’evento realizzato in collaborazione con le due associazioni, testimonia la nostra forte volontà ad approfondire e portare avanti, insieme, una rete di sostegno a favore delle donne maltrattare, e violentate”.

Presenti all’evento anche le istituzioni comunali di Palma Campania, con l’assessore alla Cultura Elvira Franzese.“E’ motivo di particolare interesse partecipare a questa manifestazione. Il tema della violenza sulle donne, non può lasciare indifferenti imponendo all’Ente Pubblico, così come alle organizzazioni private impegnate in questo settore, di proseguire nell’azione di tutela delle donne e dei rispettivi figli vittima di violenza.  L’auspicio è che una forte azione culturale e di sensibilizzazione, unita alle azioni finalizzate a garantire là dove necessario l’intervento di accoglienza e protezione fisica, possa permettere a tutte le donne di vivere serenamente ed in sicurezza la propria esistenza senza dover temere di subire quella violenza che ancora oggi è presente nella nostra società”.

“Rinasci da te. Difendi la vita!!”, una serata per far riflettere tutti sul problema della violenza di genere che sta diventando sempre più ampio e ingestibile se non si interviene alla radice, cioè sull’educazione di genere e sull’istruzione, al rispetto e alle differenze dei due generi, insistendo sul fatto che la prevaricazione è sempre e comunque un atto di barbarie.

 

Scisciano Notizie è orgoglioso di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. Per questo chiediamo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, fondamentale per il nostro lavoro. Sostienici con una donazione. Grazie.
 
SciscianoNotizie.it crede nella trasparenza e nell'onestà. Pertanto, correggerà prontamente gli errori. La pienezza e la freschezza delle informazioni rappresentano due valori inevitabili nel mondo del giornalismo online; garantiamo l'opportunità di apportare correzioni ed eliminare foto quando necessario. Scrivete a [email protected] . Questo articolo è stato verificato dall'autore attraverso fatti circostanziati, testate giornalistiche e lanci di Agenzie di Stampa.